Speciale Sanremo 2019

Sanremo 2019. Con Baglioni, Virginia Raffaele e Claudio Bisio

Presentata la squadra che guiderà l'edizione numero 69 del Festival della Canzone italiana

Sanremo, 9 gennaio – Si è svolta oggi la conferenza stampa di presentazione della sessantanovesima edizione del Festival della Canzone italiana che si svolgerà al Teatro Ariston di Sanremo, dal 5 al 9 febbraio prossimi, con diretta di tutte le serate su RAI 1.

Il Direttore artistico, Claudio Baglioni ha presentato Virginia Raffaele e Claudio Bisio che lo affiancheranno nella conduzione della kermesse.

Baglioni ha dichiarato che la stella polare del Festival sarà la canzone poiché è “espressione diretta” e “la conferma della centralità della musica e delle parole. Le canzoni sono una musica da fanteria, un’arte povera, che riescono a creare memoria e richiami evocativi immediati che altri non riescono a fare. Cerchiamo di salvaguardarle al meglio, la squadra è ricompattata. Sarà un Festival locomotiva”.

“La prossima sarà l’edizione 69 del festival di Sanremo. Il 69 richiama anche lo ying e lo yang, l’avvicinamento degli opposti, che insieme formano l’accordo”, ha detto ancora il Direttore artistico.

Per quanto riguarda gli ospiti, ci saranno Andrea Bocelli insieme a suo figlio.  “Con altri – ha spiegato Baglioni – stiamo valutando la performance, comunque ci saranno almeno due ospiti cantanti a serata”. “Dopo Sanremo Giovani, ci saranno anche Pippo Baudo e Fabio Rovazzi. Ho proposto di fare con loro Pippo, Pluto e Paperino, ma non so se andrà in porto. Comici? Avendone già due non vorrei che Bisio e Raffaele si arrabbiassero”.

E’ possibile che al Festival arrivi anche Checco Zalone. Lo ha detto Claudio Bisio: “Sta girando in Kenya, vediamo se torna in tempo”. A tal proposito, Baglioni ha aggiunto: “Siamo un trio, potremmo diventare un quartetto. Come il Quartetto Cetra. Con forme di spettacolo sempre integrabile al concorso”.

Non sono previsti al momento ospiti internazionali. “Già l’anno scorso – ha detto Baglioni – la regola d’ingaggio al Festival era che anche l’ospite arriva e porta qualcosa e non prende soltanto. Io sto aspettando ancora proposte, ma al momento non ce ne sono. Il festival è internazionale per se stesso e non ha bisogno di ‘figurine'”.

Circa Bisio e la Raffaele, per la prima volta lavoreranno insieme. Durante la conferenza stampa non hanno mancato di scambiarsi una serie di divertenti battute. “Avremmo dovuto fare Zelig insieme, ma non è successo. Temevo che fosse un po’ arrabbiata, non era vero. Ci siamo conosciuti un giorno a casa sua, era afona: pensate per un uomo una serata con una donna afona, è un sogno”, ha detto Bisio. Immediata la replica della Raffaele: “Lo stimo da sempre, ero piccola e lui già lavorava… E’ un mostro. La cosa positiva -ha aggiunto la show-girl – è che quest’anno devo imparare un nome solo, Claudio”. La Raffaele non ha mancato di ringraziare Baglioni “per avermi richiamata anche quest’anno, nonostante l’anno scorso lo abbia fatto passare per anziano, e l’anno scorso non lo era… Siamo solo all’inizio, cominceremo ora a lavorare, a scrivere simpaticissime situazioni. Speriamo di colorare il festival, ma saremo rispettosi verso la gara”.

In merito alle polemiche sorte sull’esclusione del brano di Pier Davide Carone che avrebbe voluto trattare il delicatissimo tema della pedofilia, esibendosi con i Dear Jack, Baglioni ha spiegato: “Da parte nostra non c’è stata nessuna censura sulle canzoni presentate”. “Mi dispiace per la polemica che si è creata intorno all’esclusione di Carone insieme ai Dear Jack – ha sottolineato il cantautore -. Quella che abbiamo stilato è sicuramente una graduatoria opinabile, ma del resto l’infallibilità non esiste. Mi è costato dire di no”.

La Voce

Foto: ANSA

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × due =

Close