Calcio Serie A

Calciomercato: grana Icardi all’Inter. Higuain al passo d’addio con il Milan

La Juventus guarda a Johnny Lucas, il Napoli a Kouamé del Genoa che interessa anche i bianconeri

Il campionato tace mentre gli ottavi di finale di Coppa Italia bussano alla porta; si comincia infatti domani con l’ingresso in scena delle big. Nel frattempo, il mercato continua ad impazzare più sul piano delle ipotesi che con trattative realmente concluse.

L’occhio lungo della Juventus si sarebbe posato su Johnny Lucas, promessa brasiliana che ha già mostrato sprazzi di talento con la rappresentativa verdeoro under 20. In uscita, non si contano le offerte per Rogerio, attualmente in forza al Sassuolo ma di proprietà dei bianconeri; sul terzino brasiliano infatti sono piovute numerose proposte, tra cui appaiono particolarmente allettanti quelle di Chelsea, Newcastle e Wolverhampton.

Il Napoli continua ad essere in vantaggio per assicurarsi le prestazioni di Kouamé del Genoa, su cui però ha fatto irruzione anche la Juventus; il vantaggio del club di De Laurentiis appare però al momento ancora netto. Quanto ad Almendra, se l’accordo con il giocatore appare già perfezionato, più complessa è la trattativa con il Boca Juniors, che non appare intenzionato ad ammorbidire la richiesta di 30 milioni. La posizione di Hysaj, ormai da tempo scontento per il modesto utilizzo, è attualmente in divenire, con la dirigenza azzurra che sta valutando possibili sviluppi già per l’immediato futuro, soprattutto in relazione alla ricca clausola rescissoria pari a 50 milioni; anche Ghoulam a fine stagione potrebbe lasciare Napoli e il club potrebbe di conseguenza rinnovare le fasce con Lazzari (già sondato nei giorni scorsi) della SPAL e con Grimaldo del Benfica. Non è del tutto certa, inoltre, la permanenza del capitano Marek Hamsik per il quale non mancano gli ammiccamenti da Cina e Giappone, ma neanche dal ben più competitivo campionato tedesco. Rog, infine, sembra avere ormai i giorni contati con la maglia del Napoli; su di lui sono in pole position Fiorentina e Genoa.

In casa Inter tiene banco la vicenda del rinnovo di Mauro Icardi che, per bocca della moglie e procuratrice Wanda Nara, sarebbe ben lontano dall’apporre la propria firma per permanere in nerazzurro; sull’argentino restano dunque più che mai vive le attenzioni di Barcellona e Real Madrid. L’insoddisfazione per il rendimento sulle fasce di D’Ambrosio, Dalbert e Vrsaljko potrebbe inoltre indurre la dirigenza nerazzurra a lanciarsi su nuovi obiettivi, tra i quali spiccano i nomi di Emerson Palmieri (ora al Chelsea) e Biraghi, cresciuto nell’Inter ma attualmente in forza alla Fiorentina. È sempre più vicino poi l’addio di Miranda, che potrebbe tornare in patria e vestire la casacca del Flamengo.

Al Milan domina la vicenda Higuain; nonostante le smentite dei giorni scorsi, l’argentino sembra infatti ormai propenso ad accondiscendere al corteggiamento del Chelsea, con la Juventus (ancora proprietaria del cartellino del centravanti) pronta a prendere parte alla trattativa. Per rimpiazzare l’ex numero nove del Napoli, i nomi più allettanti sono quelli di Piatek e Morata, resi tuttavia proibitivi dai vincoli finanziari a cui è ammanettato il Milan, a meno che la dirigenza rossonera non riesca ad intavolare formule di natura temporanea. Si guarda poi a Quincy Pomes, del Siviglia, che però a suo tempo fu pagato 25 milioni, motivo per cui gli andalusi non sembrano disponibili ad effettuare sconti. Rimbalza peraltro più di una diceria che condurrebbe al ritorno in rossonero di Alexandre Pato, attualmente in Cina. José Mauri, infine, può vantare molte richieste dall’Argentina, ma avrebbe manifestato il desiderio di provare ancora a giocarsi le proprie carte in rossonero, a maggior ragione se dovesse partire Calhanoglu, per il quale resta serrato il corteggiamento del Lipsia.

Gigi Bria

Tags
Mostra Altro

Gigi Bria

Le cose migliori arrivano per caso. Per caso, ormai dieci anni fa, iniziai ad insegnare diritto ed economia politica in una scuola superiore di Milano. Sempre per caso, qualche anno fa, mi fu proposto di scrivere. Ho visto "La Voce" quando era ancora un embrione; ora è il giovane figlio di cui mi prendo cura ogni giorno parlando di sport e dirigendone la relativa redazione. Seguo il mondo del calcio, confidando di riuscire a non far mai trasparire la mia pur blanda fede calcistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + due =

Close