La "Sophia"

L’acchiappasogni, un dono durante la nostra profonda crescita.

Attraverso la sua storia, la sua leggenda fino al suo potere oggi.

Oggi voglio parlarvi di questo oggetto sacro che è l’acchiappasogni.
L’origine degli acchiappasogni pare che risalga agli indigeni del Nord America dove veniva utilizzato come strumento di riconoscimento sociale. Ogni acchiappasogni era infatti unico nel suo genere e in base al colore, alle piume e alla disposizione delle perline indicava un determinato mestiere che colui che abitava la tenda praticava. Solo in seguito all’invasione delle Americhe venne interpretato dalla cultura occidentale un oggetto legato ai sogni. Si ritiene infatti che questo oggetto accompagni i bambini durante a notte, allontanando gli incubi e favorendo un sonno sereno e la crescita spirituale.
Secondo una leggenda dei Nativi Americani i sogni belli venivano afferrati dalla ragnatela, mentre gli incubi venivano portati via attraverso le piume che simboleggiano il vento. Questo non è l’unico significato attribuitogli e molte altre storie narrano su come questo oggetto agiva sui sogni, la simbologia del ragno, come animale di protezione, la costruzione della ragnatela nell’acchiappasogni, le piume e i materiali utilizzati.

E’ indubbiamente un bellissimo oggetto artigianale intorno al quale girano diverse interpretazioni. Riflettevo però come il valore che viene dato ad un oggetto dipende sempre da chi lo costruisce, dalle circostanze in cui vive e dal proprio percorso di crescita.
Un po’ di tempo fa ho costruito il mio personale acchiappasogni. Ho sempre apprezzato questo oggetto ma ho sentito ancora più intensamente il desiderio di costruirlo. Ricercando i materiali per crearlo, ho sentito di voler fare un acchiappasogni che ricordava il mare, a cui sono molto legata. Immaginavo quindi un acchiappasogni con elementi marini, quali pietre e conchiglie e i colori che simboleggiano l’acqua e le alghe marine.
La creazione di questo oggetto ha stimolato fortemente un lato creativo che nella nostra quotidianità viene un po’ frenato. Sono infatti riuscita a staccare la mente e vedere un’opportunità totalmente nuova dentro di me. Una volta finito l’acchiappasogni mi sentivo molto rilassata, svuotata da complicazioni e piena di energia.
L’ho voluto attaccare accanto al mio letto e ho compreso che il valore della mia costruzione era molto grande e che la sua funzione era proprio quella di svuotare energeticamente, ovvero rendere liberi da ciò che provoca pensieri preoccupanti, complicazioni e limitazioni; per riempire successivamente con una luce di tranquillità che permette di ricaricare le proprie energie durante la notte proprio come quando ci tuffiamo nel mare e ci sentiamo rinascere.  Sicuramente questo influenza i nostri sogni che sono delle esperienze che dipendono dal nostro stato emotivo; se ci troviamo in armonia saremo aperti a cogliere un’esperienza armoniosa, un sogno armonioso.
Un acchiappasogni è una disposizione creativa di elementi (nel mio caso marine) che ci trasmettono delle energie importanti in diversi momenti. Io ho scelto di appenderlo accanto al letto, ma potremmo metterlo anche (come dicevano gli indigeni del Nord America) alla porta della nostra casa se sentiamo di farlo. Si tratta di un oggetto che avrà la funzione che desideriamo e a cui diamo un valore in base a quello che sentiamo nel nostro cuore.

Io ho attribuito un determinato valore e significato al mio acchiappasogni e ciò che voglio dire con questo è che se inventiamo una qualunque cosa, lo spirito della nostra scoperta dipende da ciò che sentiamo dentro, dal valore che vogliamo che la nostra scoperta porti, dall’obbiettivo che intendiamo raggiungere attraverso la nostra azione e il nostro movimento. Possiamo prendere come riferimento un periodo storico, un popolo o un personaggio che ha dato vita in precedenza ad una determinata cosa, ma il senso e il merito che attribuiamo alla cosa oggi sarà diverso perché l’evoluzione è continua e mai ferma; infatti, le circostanze, i sistemi e la nostra coscienza sono in costante crescita.  Nel rispetto dei Nativi Americani che hanno dato vita ad un oggetto splendido come l’acchiappasogni, oggi può esserci utile in base alla nostra coscienza, alle circostanze, ai bisogni e alla nostra evoluzione.

E’ per questo da considerarsi un vero dono speciale durante la nostra crescita e che possiamo far nostro.

Sophia Molitor 

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × uno =

Close