Cucina

CUCINA INTERNAZIONALE. Zuppa di carne e cipolle all’ucraina

Nel Paese è conosciuta con il nome di Kapusniak

Care Amiche e cari Amici de La Voce, il nostro viaggio internazional-gastronomico, questa settimana ci porta in Ucraina. In questa terra, dove d’inverno le temperature raggiungono una considerevole rigidità, occorre pensare a nutrirsi privilegiando le calorie.

Uno dei piatti più gettonati è la zuppa di carne e cipolle che qui chiamano, ‘Kapusniak’.

Facile da preparare, richiederà però un bel po’ di tempo: 20 minuti per la preparazione ed oltre due ore per la cottura.

Per prepararla per quattro persone vi occorrerà uno stinco di maiale da un chilo, un mazzetto di prezzemolo, 250 grammi di uvetta, due cipolle, mezzo chilo di crauti, tre cucchiai di margarina, una foglia di alloro, due tazze di brodo di carne, tre cucchiai di farina. Ed ancora, sale e pepe per quanto potranno bastare.

Fate cuocere lo stinco in una pentola da 5 litri con due litri di acqua per una ventina di minuti. Fate schiumare ed aggiungete la cipolla che avrete affettato, l’alloro, il prezzemolo che dovrà essere tritato finemente ed una spolverata abbondante di pepe.

Proseguite la cottura per altri 45 minuti finché la carne non sarà diventata tenera. A cottura ultimata, rimuovete lo stinco, scolate il brodo, affettate la carne privandola dell’osso e rimettete in pentola.

Ora, occupatevi dei crauti che dovranno essere sciacquati in acqua fredda e scolati. Aggiungeteli in pentola insieme alla carne, al brodo e all’uvetta; fate bollire per un’ora.

Nel frattempo, miscelate la farina e la margarina, arrivando a realizzare un composto che sia il più omogeneo possibile. Mescolate il tutto in una casseruola ed aggiungete la zuppa di carne e cipolle. Fate cuocere il tutto a fuoco medio, mescolando, finché non si sarà addensato tutto il composto. Correggete di sale e pepe ed il piatto sarà pronto.

Alla prossima ricetta!

Chef Antony

Tags
Mostra Altro

Chef Antony

La cucina è arte. Ogni settimana vi propongo un piatto nazionale oppure internazionale, suggerendovi, all'occorrenza, un buon vino o una buona birra da abbinare

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 + 5 =

Close