Coppa Italia

Coppa Italia: doppio Piatek e il Milan vola in semifinale

Oggi Fiorentina-Roma e Atalanta-Juventus

Il Milan è la prima semifinalista di Coppa Italia; contro il Napoli, nella replica del confronto di campionato che non più di tre giorni fa ha visto le due squadre equivalersi sullo 0-0, i rossoneri si sono imposti con un secco 2-0. A decidere il match è stata una fulminante doppietta del nuovo arrivato Piatek, all’esordio dal primo minuto e subito puntuale all’appuntamento con il gol.

Per ovvie ragioni i due allenatori apportano qualche modifica all’undici di partenza rispetto a quello schierato sabato scorso. Gattuso, sempre alle prese con la conta degli uomini, conferma Donnarumma in porta in ragione dell’assenza di Reina; davanti a lui Romagnoli e Musacchio costituiscono la coppia centrale, mentre sui lati le novità sono rappresentate da Abate e Laxalt. Il trio di centrocampo è forzatamente riproposto in blocco con Bakayoko, Kessié e Paquetà; in avanti, intorno all’attesissimo Piatek, operano Castillejo e Borini. Ancelotti cambia invece già dalla linea di porta inserendo Meret al posto di Ospina; tra i quattro di difesa i nomi nuovi sono quelli di Ghoulam e Maksimovic, mentre Malcuit e Koulibaly sono confermati. A centrocampo restano al proprio posto Zielinski e Fabian Ruiz a cui si uniscono Diawara e Allan; in attacco, infine, accanto ad Insigne gioca Milik.

Il Milan chiude la questione nel giro della prima mezz’ora di gioco. Dopo poco più di 10 minuti la retroguardia partenopea è poco lucida nella valutazione del lancio di Laxalt dalle retrovie, Piatek si infila in velocità tra Koulibaly e Maksimovic e brucia Meret in uscita. L’occasione per il pari immediato capita sui piedi di Insigne, ma la conclusione del capitano azzurro si spegne debolmente tra le braccia di Donnarumma. Al 27° arriva il raddoppio; questa volta è Paquetà ad invitare Piatek in profondità e il polacco, approfittando della non soffocante marcatura di Koulibaly, inchioda all’angolino un destro potente da posizione defilata. Il secondo tempo vede la squadra di Ancelotti premere costantemente ed esercitare una sostanziale supremazia territoriale; in concreto, però, i maggiori pericoli per la difesa del Milan giungono da situazioni di confusione in area. L’unica eccezione è rappresentata dalla velenosa sassata di Ounas, subentrato ad Allan ad inizio ripresa, su cui Donnarumma vola in modo brillante. A tempo scaduto il fendente di Zielinski esce ad un palmo dal palo, appena prima del triplice fischio finale.

In semifinale, quando gli incroci andranno a strutturarsi in partite di andata e ritorno, il Milan affronterà la vincente di Inter-Lazio, prevista giovedì sera a San Siro. Oggi, invece, sono in programma gli altri due quarti di finale; alle 18:15 il “Franchi” si aprirà per Fiorentina-Roma, mentre alle 20:45 a Bergamo andrà in scena la sfida tra Atalanta e Juventus.

Gigi Bria

Tags
Mostra Altro

Gigi Bria

Le cose migliori arrivano per caso. Per caso, ormai dieci anni fa, iniziai ad insegnare diritto ed economia politica in una scuola superiore di Milano. Sempre per caso, qualche anno fa, mi fu proposto di scrivere. Ho visto "La Voce" quando era ancora un embrione; ora è il giovane figlio di cui mi prendo cura ogni giorno parlando di sport e dirigendone la relativa redazione. Seguo il mondo del calcio, confidando di riuscire a non far mai trasparire la mia pur blanda fede calcistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 + 6 =

Close