Calcio Serie A

Serie A: per Lazio e Atalanta vittorie con vista Champions

Battuti Frosinone e Cagliari

l 22° turno del campionato di calcio di serie A si è completato nella serata di ieri con gli ultimi due posticipi che hanno fatto registrare altrettante vittorie esterne, entrambe con il punteggio di 1-0, per Lazio ed Atalanta. I biancocelesti hanno infatti conquistato il bottino pieno nel derby contro il Frosinone, mentre gli orobici hanno espugnato la “Sardegna Arena” contro il Cagliari. Grazie ai successi ottenuti ieri le due squadre si riaffacciano in prossimità del quarto posto agganciando la Roma a quota 35 punti, uno in meno del Milan.

Dopo la rotonda vittoria di sette giorni fa in casa del Bologna (che è costata la panchina a Filippo Inzaghi), il Frosinone cercava continuità allo “Stirpe” per coltivare ulteriormente il sogno della salvezza; l’affermazione di misura della Lazio lascia però i ciociari inchiodati al penultimo posto con 13 punti, cinque in meno dell’Empoli che oggi sarebbe salvo.

La superiorità della Lazio si fa subito evidente con un sostanziale dominio del campo, anche se le conclusioni latitano; nel primo quarto d’ora al debole tentativo di finalizzazione di Caicedo replica l’apprezzabile girata di Pinamonti, che però si spegne fuori. Al minuto 25, l’arbitro Fabbri si rende protagonista di un episodio controverso; dapprima, infatti, concede ai ciociari un calcio di rigore per fallo di Bastos su Ciano, ma successivamente ritratta dopo aver visionato la VAR. La rete decisiva dei biancocelesti arriva al 37°; Luis Alberto conduce ottimamente un contropiede e poi verticalizza per l’accorrente Caicedo che fulmina Sportiello con una bordata mancina. Nella ripresa la Lazio gestisce senza scomporsi più di tanto, anche se il Frosinone prova a proporsi con Pinamonti, che spreca malamente la chance per il pari, e con Trotta, che viene fermato prontamente da Strakosha. Non succede altro e l’1-0 laziale regge fino al 90°.

In casa Cagliari si sorride poco; la squadra di Maran perde infatti tra le mura amiche contro l’Atalanta, alla quarta vittoria nelle ultime cinque partite, e resta a quota 21 punti, quattro in più della zona retrocessione, prolungando una serie nera che racconta di un solo successo nelle ultime dodici uscite di campionato.

La squadra di Gasperini si dimostra pericolosa fin dalle battute iniziali; Cragno è subito decisivo sul colpo di testa di Pasalic e successivamente si fa trovare pronto alzando sopra la traversa una punizione di Gomez. L’equilibrio si spezza ad inizio ripresa, quando sul traversone dalla sinistra di Castagne svetta Hateboer che di testa realizza l’1-0. La reazione cagliaritana consiste in una cavalcata irresistibile di Joao Pedro che divora tutto il campo, ma sul suo cross dalla destra Berisha anticipa Pavoletti in modo risolutivo. Cragno è poi nuovamente sollecitato dalla legnata da fuori di Pasalic, ma l’ultima occasione però è di marca cagliaritana; ad una manciata di minuti dal termine, infatti, il colpo di testa di Deiola muore sulla traversa a Berisha battuto e con esso si spengono anche le speranze dei sardi, mentre l’Atalanta vola e sogna.

Gigi Bria 

Mostra Altro

Gigi Bria

Le cose migliori arrivano per caso. Per caso, ormai dieci anni fa, iniziai ad insegnare diritto ed economia politica in una scuola superiore di Milano. Sempre per caso, qualche anno fa, mi fu proposto di scrivere. Ho visto "La Voce" quando era ancora un embrione; ora è il giovane figlio di cui mi prendo cura ogni giorno parlando di sport e dirigendone la relativa redazione. Seguo il mondo del calcio, confidando di riuscire a non far mai trasparire la mia pur blanda fede calcistica.
Back to top button