Cronaca

Vuole un accredito per Sanremo, invia false mail a nome di Sergio Zavoli. Denunciato

La Polizia Postale ha sequestrato al truffatore alcuni computer ed hard disk

Napoli, 5 febbraio – Sanremo, non solo canzoni ma anche furbetti. La Polizia Postale ha denunciato un uomo di 43 anni, originario di Napoli, per il reato di sostituzione di persona.

Volendo ottenere un accredito per assistere al Festival della Canzone italiana, l’uomo aveva creato un falso dominio del Senato, senato.eu, al quale aveva collegato alcuni indirizzi mail tra i quali, quello del Senatore Sergio Zavoli, presidente della RAI negli Anni 80. Spacciandosi per Zavoli, il truffatore aveva inviato alla RAI una richiesta di accredito per le serate del Festival, destinata al suo addetto stampa. La cosa ha insospettito i vertici dell’azienda che non ci vedevano chiaro su quello strano indirizzo mail,  sergio.zavoli@senato.eu. Da qui, le indagini coordinate dalla Procura di Roma e la perquisizione domiciliare al 43enne al quale sono stati sequestrati alcuni computer e 7 hard disk. L’inchiesta ha dimostrato che l’uomo non aveva creato solo il falso indirizzo mail di Zavoli, ma anche del presidente emerito, Giorgio Napolitano e del Senatore Domenico Auricchio.

E’ verosimile che il truffatore abbia utilizzato il dominio e le finte caselle di posta elettronica, anche in altre circostanze. Per questo motivo, è stato disposto il sequestro del dominio e delle caselle mail con quanto contenevano.

La Voce

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Close