Cucina

Spaghetti alla carbonara: un classico della cucina italiana

Facili e veloci da preparare: vi basterà mezz'ora

Care Amiche e cari Amici de La Voce, dopo il nostro lungo tour internazionale, rientriamo nei confini italiani a parlare e degustare i piatti della nostra tavola.

Questa settimana, ho pensato di proporvi uno dei più classici primi italiani: gli spaghetti alla carbonara.

Per quanto facili e veloci siano da preparare (vi basterà mezz’ora), spesso vengono commessi degli errori. Spero che questa ricetta possa servire a sgombrare il campo dai dubbi.

Per realizzarne quattro porzioni dovrete disporre di 400 grammi di spaghetti, 50 grammi di pecorino, 200 grammi di guanciale e quattro tuorli d’uova. Inoltre, olio, sale e pepe per quanto potranno bastare.

Innanzitutto, fate cuocere gli spaghetti in acqua poco salata. Accertatevi che la cottura sia al dente.

Mentre gli spaghetti cuociono, tagliate a cubetti il guanciale e fateli sciogliere in un tegame con un po’d’olio.

Quando il guanciale sarà parzialmente sciolto, aggiungete un po’ d’acqua e proseguite la cottura per una decina di minuti a fuoco medio.

Nel frattempo, occupatevi delle uova, sbattendo i tuorli come se doveste preparare una frittata; abbinate il pecorino ed un pizzico di pepe nero.

Ora, tornate ad occuparvi degli spaghetti, scolandoli e deponendoli in una terrina, aggiungendo il guanciale con l’olio di cottura che sia bollente.

Mescolate il tutto con delicatezza, aggiungete le uova con il pecorino e non appena vedrete le uova stesse rapprese, preparatevi per servire in tavola la carbonara ben calda perché il piatto sarà pronto.

Per quanto riguarda l’abbinamento con il vino, il mio suggerimento è un Taurasi, rosso rubino della Campania a 12 gradi.

Alla prossima ricetta!

Chef Antony

Tags
Mostra Altro

Chef Antony

La cucina è arte. Ogni settimana vi propongo un piatto nazionale oppure internazionale, suggerendovi, all'occorrenza, un buon vino o una buona birra da abbinare

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × tre =

Close