Speciale Sanremo 2019

SANREMO 2019. Renga: “La voce maschile è più armoniosa”. Divampa la polemica

L'artista ha voluto chiarire il suo pensiero con un comunicato: "Mi sono spiegato male"

Sanremo 9 febbraio – Le parole pronunciate da Francesco Renga la scorsa notte, nel corso del Dopofestival, tali per cui, “la voce maschile è più armoniosa e bella, quelle femminili belle, aggraziate e giuste sono meno di quelle maschili”, hanno scatenato una forte polemica.

Il tutto è cominciato quando la critica musicale, Marinella Venegoni, parlando con Claudio Baglioni, ha sottolineato la scarsa presenza femminile tra i cantanti in gara. Il Direttore Artistico del Festival si è smarcato abilmente dalla domanda ma Renga è intervenuto, proferendo le parole che hanno gelato lo studio.

Immediate le reazioni della Venegoni e di Anna Foglietta. Renga, invece di buttare acqua sul fuoco, ha gettato benzina rimarcando il concetto: “Non è una questione di sesso – ha affermato il cantautore bresciano -. La voce maschile all’orecchio umano ha una gradevolezza diversa rispetto a quella femminile, che ha frequenze che all’udito vengono apprezzate solamente quando sono veramente molto speciali”.

La Foglietta ha voluto rilevare, sulla scorta delle parole di Renga, quanto il sessismo riguardi anche il mondo dello spettacolo. La polemica è poi rientrata ma non sui social, dove si è scatenato l’infermo contro Renga.

L’artista ha voluto chiarire il suo pensiero con un comunicato. “Ieri nel cercare di esprimere un concetto tecnico mi sono incartato e ho finito per dire una cosa sbagliata. Capita. E me ne scuso. Tengo solo a sottolineare che le donne sono il centro della mia vita e accusarmi di sessismo significa strumentalizzare un’opinione. Capisco che la polemica è il sale dei dibattiti e mi dispiace di averla incendiata esprimendo male un pensiero. Se dico che per una questione di frequenze una voce femminile sia più rara e per questo anche più preziosa, accetto che ci sia chi non la pensa come me ma mi ferisce chi va oltre tirando in ballo il sessismo. Ci tenevo a chiarire perché sul tema uomo/donna, che è decisamente più alto di un dibattito sulle frequenze vocali, non accetto strumentalizzazioni. Spero che le persone in buona fede capiranno che non c’è nulla di più lontano del maschilismo nel mio modo di vedere le cose. Tutto qua”.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 + sei =

Close