Coppa Italia

Coppa Italia: semifinale di andata senza reti tra Lazio e Milan

Stasera Fiorentina-Atalanta

Finisce 0-0 e senza lampi la semifinale di andata di Coppa Italia tra Lazio e Milan. All'”Olimpico” gli uomini di Simone Inzaghi si disimpegnano meglio dei rossoneri nell’arco dei novanta minuti, ma non riescono a sfondare; per il Milan arriva invece una battuta d’arresto dopo un periodo brillante e di grande prolificità offensiva. Il ritorno di fine aprile, apertissimo ad ogni risultato, decreterà la prima finalista del torneo; Fiorentina e Atalanta, in campo questa sera per il match di andata, si contenderanno invece l’altro pass per l’epilogo della competizione.

I padroni di casa scendono in campo con Strakosha tra i pali, protetto dal trio difensivo formato da Patric, Acerbi e Bastos; nel folto centrocampo predisposto da Inzaghi figurano Romulo e Lulic sui lati, ispirati da Lucas Leiva come perno del reparto, ai cui fianchi operano Parolo e Milinkovic-Savic. In avanti Correa viene inizialmente preferito a Luis Alberto come seconda punta accanto a Immobile. Il Milan risponde con pochi cambiamenti rispetto alle abitudini; davanti a Donnarumma le fasce sono presidiate da Laxalt (al posto di Rodriguez) e Calabria (che vince il ballottaggio con Conti), mentre i centrali sono Romagnoli e Musacchio. In mezzo al campo viene confermato in blocco il consolidato terzetto con Paquetà, Bakayoko e Kessié, mentre in attacco Piatek è assistito da Suso e Borini.

Il primo spicchio di partita regala poco, poi la Lazio inizia a proporsi con maggiore vivacità; Patric dalla distanza conclude a poco più di un metro dal palo, mentre successivamente arriva un insolito errore di Immobile, che dal cuore dell’area allarga troppo il tiro. Dopo l’infortunio muscolare di Kessié, sostituito alla mezz’ora da Calhanoglu, i biancocelesti costruiscono ancora con Milinkovic-Savic, che non centra lo specchio ma spaventa Donnarumma. Il Milan risulta invece non pervenuto nel primo tempo e incapace di ordire trame in grado di favorire la vena realizzativa di Piatek.

Nella ripresa il copione non cambia; Donnarumma è presente su Milinkovic-Savic e su Correa, mentre a dieci minuti dal termine è il palo a dire di no ad Immobile, che tuttavia era in fuorigioco. Gattuso prova ad inserire Castillejo per Suso e nel finale Biglia per Paquetà, ma i suoi non riescono a trovare alcuno spunto di rilievo, con Strakosha che alla fine dei novanta minuti non risulta sollecitato a compiere alcun intervento. Finisce così a reti bianche un confronto che ai punti avrebbe visto prevalere la Lazio e che invece in vista del ritorno si presta ad ogni possibile conclusione.

Gigi Bria

Tags
Mostra Altro

Gigi Bria

Le cose migliori arrivano per caso. Per caso, ormai dieci anni fa, iniziai ad insegnare diritto ed economia politica in una scuola superiore di Milano. Sempre per caso, qualche anno fa, mi fu proposto di scrivere. Ho visto "La Voce" quando era ancora un embrione; ora è il giovane figlio di cui mi prendo cura ogni giorno parlando di sport e dirigendone la relativa redazione. Seguo il mondo del calcio, confidando di riuscire a non far mai trasparire la mia pur blanda fede calcistica.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + 5 =

Close