Politica

TAV, Salvini: “Stasera si decide. Il forse non esiste”

Intanto Bruxelles ricorda che un No comporterà la perdita di 800 milioni di euro

Roma, 6 marzo – Entrando a Palazzo Chigi per il vertice di Governo sulla TAV, il Vicepremier, Matteo Salvini ha dichiarato: “Stasera ci sarà un sì o un no. Il forse non esiste”.

“Costa di più non fare la TAVche farla – ha aggiunto -. Il treno è più sicuro, costa meno e inquina meno, su questo non c’è nessuno che mi possa far cambiare idea”.

Al vertice, oltre Salvini partecipano l’altro Vicepremier, Luigi Di Maio, il Ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, il premier Giuseppe Conte ed i tecnici ai quali è affidato l’incarico di esaminare l’analisi costi-benefici.

Qualora dal vertice di stasera non dovesse emergere un accordo tra le due forze di Governo, la Lega mantiene la posizione della “via parlamentare o della consultazione dei cittadini per una soluzione positiva per il Paese”.

Sulla decisione del Governo gravano i passi dell’Unione Europea che sta per inviare a Roma un’altra lettera nella quale ricorda che un No alla TAV si tradurrà con la violazione di due regolamenti europei del 2013, nonché con la perdita di 800 milioni di euro dei quali, 300 entro marzo e la restante parte, in tempi successivi.

La Voce

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − 3 =

Close