Speciale Euro 2020

Nazionale: al via il cammino verso l’Europeo

Sabato a Udine c'è la Finlandia

Il campionato di calcio di serie A attraversa l’ultima sosta della stagione, mentre la Nazionale di Roberto Mancini muove i primi passi verso l’Europeo itinerante del 2020, che batterà il proprio calcio d’inizio a Roma prima di svilupparsi in giro per il continente secondo la nuova formula.

Il rodaggio effettuato durante la Nations League dal nuovo gruppo plasmato dall’allenatore jesino ha già offerto buoni frutti; al di là del secondo posto conseguito nel gironcino disputato con Portogallo e Polonia (che ha impedito agli Azzurri di accedere direttamente alle Final Four, ma che allo stesso tempo ha escluso la retrocessione in Lega B), si è andata gradualmente diradando l’amarezza per la mancata qualificazione al Mondiale di Russia e si è acceso un nuovo, seppur ancora tenue, entusiasmo intorno al gruppo azzurro, ringiovanito in molti elementi e caratterizzato da buone dosi di talento, soprattutto nel reparto offensivo.

Mancini ha mostrato coerenza e perseveranza nelle convocazioni. La fiducia nei confronti dei giovani non è mai venuta meno, con elementi quali Zaniolo (probabile il suo esordio sabato con la Finlandia), Bernardeschi, Chiesa (che ieri però si è fermato in allenamento per via di un risentimento all’inguine), Kean e l’atalantino Mancini ormai stabilmente inseriti nell’organico. Non si è poi spenta l’attenzione verso gli italiani all’estero; Jorginho e Verratti sembrano, come è naturale, destinati a costituire il perno del nostro centrocampo, ma Mancini ha rinnovato la chiamata per Piccini del Valencia e Grifo del Friburgo, pressoché sconosciuti ai più prima dell’ingresso nel giro azzurro. Nonostante le esclusioni di Belotti e Balotelli, infine, nessuna porta è definitivamente serrata in Nazionale; a testimonianza di questo, il commissario tecnico ha riconosciuto i giusti meriti a Quagliarella, capocannoniere del campionato, e ad El Sharaawy, che in una Roma intermittente ha rappresentato un raro caso di rendimento costante.

Il nuovo cammino dell’Italia partirà da Udine, dove sabato gli Azzurri esordiranno contro la Finlandia per il primo incontro del girone J. Città e avversario contribuiscono ad alimentare l’ottimismo nel gruppo; in otto incontri, infatti, la Nazionale non ha mai perso in Friuli, vincendo sei volte, mentre contro i finnici l’Italia si è imposta in undici occasioni su tredici. Successivamente, gli Azzurri martedì affronteranno a Parma il Lichtenstein, squadra che è agevole pronosticare come la più modesta del girone.

Quanto alle altre concorrenti per l’Europeo, cui accederanno le prime due classificate di ciascun raggruppamento, non desta preoccupazioni l’Armenia, che pure può esibire elementi di qualche talento come Mkhitaryan dell’Arsenal. Più ostiche, ma non certo insormontabili, sono invece la Grecia, campione continentale nel 2004, e la Bosnia, che ha in Pjanic e Dzeko i propri punti di riferimento.

Gigi Bria

Mostra Altro

Gigi Bria

Le cose migliori arrivano per caso. Per caso, ormai dieci anni fa, iniziai ad insegnare diritto ed economia politica in una scuola superiore di Milano. Sempre per caso, qualche anno fa, mi fu proposto di scrivere. Ho visto "La Voce" quando era ancora un embrione; ora è il giovane figlio di cui mi prendo cura ogni giorno parlando di sport e dirigendone la relativa redazione. Seguo il mondo del calcio, confidando di riuscire a non far mai trasparire la mia pur blanda fede calcistica.

Articoli Correlati

Back to top button