Politica

Armi facili, Salvini frena: “Non voglio in giro nemmeno mezza pistola in più”

A non volere una legge che agevoli l'acquisto delle armi, anche il premier, Giuseppe Conte

Roma, 29 marzo – Dopo le polemiche scatenate all’interno dell’alleanza di Governo per la proposta di legge firmata da 70 parlamentari della Lega per facilitare l’acquisto di armi, il leader del Carroccio, Matteo Salvini, interviene congelando l’iniziativa dei suoi.

“Per quello che mi riguarda, la legittima difesa garantisce più diritti e più tutela alle vittime. Non voglio in giro nemmeno mezza pistola in più”, ha affermato Salvini. Poi, rassicurando Di Maio ha aggiunto: “La proposta non arriverà mai in Parlamento”.

A non volere una legge che agevoli l’acquisto delle armi, anche il premier, Giuseppe Conte: “Non è obiettivo del governo incentivare la vendita della armi. Se ci saranno iniziative saranno parlamentari, non governative”, ha affermato.

La Voce

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 16 =

Close