La "Sophia"

Il cavallo, un grande maestro del rispetto e dell’Amore

Il linguaggio sottile e l’interconnessione con il mondo animale

Oggi voglio parlarvi di questo animale particolare che è il cavallo e di come nel corso di evoluzione dell’uomo sia diventato un animale guida per la propria anima.

Il rapporto tra l’uomo e il cavallo si è evoluto nel tempo: Inizialmente infatti veniva utilizzato sopratutto per sostenere, velocizzare e facilitare il percorso dell’uomo; il primo addestramento risale addirittura a circa 5.500 anni fa. Successivamente l’uomo ha compreso un linguaggio diverso, più sottile del cavallo e scoprì il suo potere di guarigione. Oggi viene infatti inserito anche in molte terapie della sfera energetica ed emozionale.

Il cavallo è un animale estremamente sensibile ed è per questo in grado di rispecchiarci e portare in superficie anche le ferite più profonde. Tanto è vero che dopo essere saliti sul cavallo ci si sente più leggeri e rinnovati.
Nella mia personale esperienza ho conosciuto un cavallo molto speciale che mi ha portato un forte insegnamento.
Quando ho cominciato ad addestrare per la prima volta un cavallo non avevo particolari conoscenze tecniche di addestramento e presto ho capito che più che conoscere tecniche di addestramento si trattava di un lavoro di sensibilizzazione, cuore e  ascolto reciproco.
Inizialmente credevo che l’obbiettivo fosse quello di riuscire a salire sul cavallo, abituarlo alla sella e al contatto umano, ma successivamente capì che non era questo l’obbiettivo. Un giorno, dopo un lungo periodo di avvicinamento riuscì finalmente a salire e a fare un piccolo giro. Inizialmente andava tutto liscio ma a un certo punto il cavallo cominciò a muoversi bruscamente, a opporsi fino a staccare una delle due staffe attaccate alla sella. Decisi allora di saltare giù dal cavallo per uscire da questa situazione e dopo poco il cavallo si fermò. Provai a cercare la staffa persa senza successo, sembrava sparita nel nulla.
Quel giorno compresi che ciò che mi stava chiedendo il cavallo non era di mostrargli coperte, selle, lunghine, sacchetti che si muovevano al vento per abituarlo a non avere paura dell’uomo ma la mia reale apertura verso me stessa e verso di lui. Ciò che in realtà era necessario che io facessi, ancor prima di salire sul cavallo, era di aprire il mio cuore ed essere sincera con me stessa.

Io gli avevo mostrato il mio mondo, le mie intenzioni pretendendo semplicemente che comprendesse, senza cercare di comprendere il suo mondo e di imparare una lingua diversa. Quella staffa sparita nel nulla ha voluto mostrami di mettere da parte i miei mezzi materiali per ottenere il suo avvicinamento e di tirare fuori invece la mia semplicità, il mio vero valore.

Se vogliamo trarre beneficio per la nostra salute fisica ed energetica dal mondo animale e naturale dobbiamo innanzitutto imparare il rispetto e renderci degni di ricevere.
Gli animali, la natura sarebbero in grado di donarci così tanta ricchezza di cuore ed evoluzione se solo cominciassimo a mettere da parte la nostra convinzione di essere forti e invincibili e che essi siano una minaccia per noi. Dovremmo comprendere invece che non entriamo mai in un posto per distruggerlo e che non siamo qui su questa terra per decidere che animali come una mucca o un cavallo siano inferiori rispetto a un cane o un gatto.
Pur continuando a maltrattare il mondo animale e naturale si pretende sempre una natura dolce che fiorisce, un animale domestico che ci fa compagnia senza mai sforzarsi a comprendere il loro linguaggio sottile e la loro saggezza.
Nei rapporti umani per ottenere la fiducia di qualcuno è necessario prima provare la fiducia verso se stessi e credere nel proprio essere Animico.

Quel giorno a cavallo Il mio obbiettivo non era più quello di salire sul cavallo ma di stabilire un legame di fiducia e rispetto con lui. Quando ho cominciato a essere pura nei suoi confronti, a mostragli il mio cuore e soprattutto la comprensione ho imparato l’essenza del rispetto.

Dobbiamo quindi fare un passo verso l’interno e ricercare la purezza e la capacità di rispettare dentro di noi, solo così potremmo capire la vera grandezza del posto in cui viviamo.

fonte foto sfondo: horses-world.com

Sophia Molitor 

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 − due =

Close