Politica

LA GUERRA DELLE CANNE

Salvini vuol chiudere i negozi che vendono la cannabis legale. Il M5S è contrario. Perplessità sulla linea dura anche dal Partito Democratico

Ennesimo scontro all’interno dell’alleanza di Governo sempre più minata dalle tensioni. Torna infatti il muro contro muro dato dalla commercializzazione della cannabis. Da una parte, il Vicepremier e Ministro dell’Interno, Matteo Salvini nettamente contrario; dall’altra il Movimento Cinque Stelle, favorevole.

Salvini ha dichiarato che i negozi che vendono la cannabis devono essere chiusi e a tal proposito, in provincia di Macerata il Questore Antonio Pignataro, ha disposto la chiusura di due attività commerciali attive nel settore. Pignataro è noto per aver sempre sostenuto la linea della ‘tolleranza zero’ circa la vendita di ‘cannabis legale’. “Qui a Macerata – spiega il dirigente di Polizia – la filiera istituzionale della Giustizia, con il Procuratore Giovanni Giorgio e Sostituti, e della sicurezza con la Polizia di Stato, ha funzionato perfettamente”. “Si legalizza di fatto la cannabis, come avviene in Paesi dove su questo è stata fatta una legge. Invece in Italia questi prodotti vengono venduti e di fatto legalizzati, senza che ci sia una legge”, dice ancora Pignataro. Adesso si attende il pronunciamento della Cassazione per il prossimo 30 maggio.

Grande soddisfazione per il leader del Carroccio che ha dichiarato: “Sono sicuro che il ‘modello Macerata’ può essere replicato con successo in tutta Italia, manderò una direttiva con questa indicazione”. “Complimenti al Questore e alla Magistratura, lo Stato dimostra di non essere complice di chi vende prodotti che fanno il male dei nostri figli”, ha aggiunto Salvini.

Di parere diverso Carlo Sibilia, Sottosegretario all’Interno in quota M5S che afferma: “Non vedo per quale motivo vadano chiusi (i negozi ndr). Lo Stato deve star vicino alle piccole e medie imprese”. “Se ci sono business illegali vanno chiusi tutti – rimarca -. Noi i negozi, però, dobbiamo occuparci di farli aprire”.

La linea dura di Salvini lascia perplesso anche il Segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti. “Non sono mai stato a favore della legalizzazione della cannabis – dice il leader Dem -, ma quella di Salvini sulla chiusura dei negozi è solo l’ennesima bomba di distrazione di massa lanciata nella testa degli italiani”.

Nel frattempo, il Consiglio comunale di Torino ha dato parere favorevole alla coltivazione della cannabis a scopo terapeutico su terreni di proprietà del Comune.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − diciassette =

Close