Calcio Serie A

Serie A: verso il gran finale. Negli anticipi, 0-0 tra Frosinone e Chievo

Il Bologna batte il Napoli

La fine del campionato di calcio di serie A è cominciata ieri con due anticipi funzionali unicamente a completare almanacchi e statistiche; a Frosinone, nel confronto delle 18, i ciociari hanno concluso la propria stagione pareggiando per 0-0 contro il Chievo. In serata, invece, il Bologna ha avuto la meglio sul Napoli in un confronto divertente, terminato sul 3-2 a favore dei felsinei.

Allo “Stirpe” i motivi di interesse suscitati da Frosinone-Chievo erano ben pochi; entrambe retrocesse da tempo, le due squadre hanno dato vita ad una anticipazione della prossima serie cadetta, creando in verità molto poco. Il leggero predominio della squadra di Baroni non si è tradotto in particolari occasioni; la più rilevante resta probabilmente un colpo di testa di Ciofani nella ripresa, che ha chiamato Semper al volo in angolo. Il Chievo, dal canto proprio, si è limitato a mettere alla prova i propri tanti giovani in vista della prossima stagione; il meno giovane Pellissier si è invece accommiatato dal calcio giocato, indossando per l’ultima volta la casacca gialloblu, prima di assumere il ruolo di dirigente. Ci sono meno certezze, infine, per quanto riguarda i due allenatori che, pur essendosi dichiarati entrambi disposti a scendere di categoria, non sono ancora stati confermati dalle rispettive società.

È stato invece molto vivo lo spettacolo offerto al “DallAra” da Bologna e Napoli; dopo l’incredibile cavalcata culminata con la salvezza, i felsinei hanno aggiunto la ciliegina imponendosi per 3-2 nell’ultimo incontro davanti al proprio pubblico. La squadra di Mihajlovic è ovviamente più motivata di un Napoli già proiettato all’anno prossimo e nel primo tempo esercita una chiara supremazia sui partenopei. Dopo pochi minuti Karnezis è già chiamato all’intervento sul colpo di testa di Lyanco; successivamente l’incornata di Orsolini sfila di pochi centimetri a lato del palo. Prima dell’intervallo però il Bologna piazza un uno-due micidiale. Al 43° arriva il colpo di testa vincente di Santander, servito da un cross perfetto di Palacio; due minuti dopo Dzemaili perfeziona il raddoppio concludendo una progressione con una staffilata mancina che va ad infilarsi imparabilmente all’angolo.

La squadra di Ancelotti rialza la testa al minuto 57, quando Ghoulam riapre il match fulminando Skorupski di sinistro da posizione defilata; i sospetti sulla posizione iniziale dell’algerino rinviano di qualche istante la ratifica del gol, che viene convalidato dopo una rapida indagine della VAR. Al 77° Mertens, su un suggerimento al bacio di Younes, pareggia da pochi passi, realizzando così il proprio gol numero 16 in campionato. Poco dopo, il palo nega il 3-2 a Zielinski, autore di uno spettacolare bolide mancino dalla distanza. All’88°, infine, la bilancia pende definitivamente dalla parte del Bologna; Santander infatti interviene quasi per caso sulla conclusione di Orsolini e beffa Karnezis con la rete che archivia il campionato delle due squadre.

Gigi Bria

Tags
Mostra Altro

Gigi Bria

Le cose migliori arrivano per caso. Per caso, ormai dieci anni fa, iniziai ad insegnare diritto ed economia politica in una scuola superiore di Milano. Sempre per caso, qualche anno fa, mi fu proposto di scrivere. Ho visto "La Voce" quando era ancora un embrione; ora è il giovane figlio di cui mi prendo cura ogni giorno parlando di sport e dirigendone la relativa redazione. Seguo il mondo del calcio, confidando di riuscire a non far mai trasparire la mia pur blanda fede calcistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 + 7 =

Close