Tech

Apple conferma il triste addio ad iTunes, un’altra creatura di Steve Job

Durante a Worldwide Developers Conference conferma il pensionamento

iTunes andrà in pensione. La conferma arriva dalla conferenza degli sviluppatori Apple a San José, in California, durante il Worldwide Developers Conference e la reazione di tutti gli spettatori, presenti fisicamente e da remoto, è stata di tristezza oltre che di nostalgia.

18 anni fa venne introdotto nei primi iPod il software iTunes, creazione di Steve Jobs, rivoluzionando il modo di ascoltare la musica, di riordinare i brani in memoria, di registrare i cd e di scaricare canzoni. Questo fino al 2003, data di lancio della versione 4, con la possibilità di poter anche acquistare la musica.

Scelta assai dura per Apple nel dover rinunciare a uno dei prodotti di punta ma a detta degli sviluppatori, i suoi servizi sono diventati ormai poco usati per la nascita di nuove app innovative, ad esempio Spotify, dello streaming e download underground e del cloud. iTunes verrà quindi sostituito da 3 app di punta firmate Apple delle quali il nome non è ancora stato annunciato ma saranno una per la musica, una per i podcast ed un’altra per la Apple Tv.

Apple segna la giornata del 3 giugno 2019 come punto di svolta nelle strategie di mercato e di voler diventare provider di servizi informatici, di cambiare modo di fare business puntando alla cyersecurity e tutela della privacy insomma di andare oltre all’immagine dell’iPhone che per anni ha sostenuto l’economia di Apple.

La scomparsa effettiva di iTunes avverrà nei dispositivi Apple con l’aggiornamento per iOS Catalina, in arrivo il prossimo autunno.

Dario Naghipour

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × cinque =

Close