Politica

Negozi chiusi alla domenica: la legge naufraga

Lega e Movimento Cinque Stelle avrebbero commissionato un sondaggio tra gli italiani dal quale è prevalso il No alle serrande abbassate

Con buona pace del Movimento Cinque Stelle e del suo leader, Luigi Di Maio, la legge che avrebbe dovuto sancire la chiusura domenicale dei negozi, si è arenata in Commissione Attività Produttive e sembra destinata a rimanere in questa condizione, salvo un cambio di passo. Per cambio di passo si intende l’aumento dello stipendio per i dipendenti che lavorerebbero di domenica ma allo stato attuale, siamo nel campo delle ipotesi più aperto possibile.

Il Movimento Cinque Stelle, con ampia soddisfazione della Lega, si è infatti dovuto adeguare a quello che è il sentir comune degli italiani. Pare che le due forze politiche di Governo abbiano fatto condurre un sondaggio per capire quale fosse il parere dei cittadini ed avrebbe prevalso la netta posizione contraria alle serrande abbassate alla domenica. La notizia è stata data dal quotidiano ‘Il Messaggero’.

Ad opporsi alle chiusure domenicali erano stati per i primi i leader della grande distribuzione che, conti alla mano, avevano previsto una perdita del 18% sul fatturato. Il significativo calo avrebbe inferto un duro colpo al PIL ma anche al fronte occupazionale con la perdita di almeno 95mila posti di lavoro.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − tre =

Close