Le donne sono vento

LE DONNE SONO VENTO. Sabrina Gonzalez Pasterski

Tra Einstein e motociclette

La Harvard University, dove ha conseguito il dottorato di ricerca di fisica teorica con una borsa di studio del valore di 250 mila dollari, la ritiene il prossimo Einstein, perché i suoi studi potrebbero cambiare la concezione dell’universo come concepita dai suoi predecessori. Sabrina Gonzalez Pasterski è uno dei fisici più noti e affermati. Laureata in Fisica al MIT, Massachusetts Institute of Technology, in tre anni con il punteggio più alto possibile, dice di non meritare l’attenzione che le dedicano i media perché ha ancora tanto da imparare.

Classe 1993, nativa cubano-americana di Chicago, da bambina sognava astronavi che volavano su mondi sconosciuti e il suo più grande sogno era andare su Marte con una nave progettata da lei stessa. Per questo Blue Origin, la società aerospaziale di Jeff Bezos, e la Nasa le danno la caccia, per citare le più famose. Sono molte le società che tentano di accaparrarsela. Del resto a 26 anni afferma che non ha mai fumato, bevuto alcolici né ha avuto un fidanzato, né tantomeno perde ore con i social. Nel suo tempo libero guida la motocicletta, studia la gravità quantistica, il concetto matematico di spazio-tempo e i buchi neri. Come lei stessa ha detto ai suoi coetanei, è bene essere ottimisti e non perdere la capacità di inseguire i sogni che si fanno da bambini. E del resto, inseguire i propri sogni significa dedicar loro le proprie forze senza mai smettere.

Prese la sua prima lezione di volo nel 2003 ma la società accademica la notò nel 2009. Nel suo garage di casa, a 12 anni, iniziò a costruire il suo primo aereo, doveva essere un regalo per papà dice, ma finì per pilotarlo lei stessa quando aveva 14 anni, sorvolando il Lago Michigan. Il video su You Tube divenne virale e il mondo scientifico la definì una mente fuori dall’ordinario. Fu proprio questa impresa a garantirle l’ingresso al MIT, che è una delle più prestigiose istituzioni scientifiche al mondo. All’inizio la commissione respinse la domanda di ammissione di Sabrina; l’invio di un video sulla costruzione del suo aeroplano le assicurò il posto. Nonostante alcuni giornalisti mostrino una certa titubanza rispetto al paragone fatto con Einstein, i suoi professori hanno detto di lei: “Il suo potenziale va oltre l’immaginazione”.

Ovviamente i risultati della carriera di ricercatrice di Sabrina non lasciano dubbi riguardo le sue capacità. Nel 2014 scopre come decifrare e raccogliere le prime tracce di onde gravitazionali, lo spin memory effect; ha ideato un triangolo che porta il suo nome (Pasterski-Strominger_Zhiboedov) per la memoria elettromagnetica. Steven Hawking è stato uno dei suoi sostenitori, e ha spesso citato le sue ricerche, soprattutto quelle sui buchi neri. Ha pubblicato numerose altre ricerche scientifiche dai titoli incomprensibili, si potrebbe dire, per i profani. Sono tutte enumerate nel suo sito https://physicsgirl.com/.

Durante l’amministrazione Obama è stata invitata alla Casa Bianca per il suo attivismo nel movimento internazionale “Let Girl Learn”, a sostegno delle donne nel mondo del lavoro. La sua attività per promuovere l’educazione scientifica, tecnologica, ingegneristica e matematica (STEM, Science, Technology, Engineering and Mathematics) per le ragazze di Cuba è stata riconosciuta dalla Fondazione Annenberg. e dal Polytec di Mosca per quanto riguarda l’impegno svolto in Russia. È spesso impegnata in giro per il mondo in congressi e conferenze atti ad abbattere i pregiudizi per quanto riguarda gli studi nelle facoltà dell’area STEM delle ragazze. Questo sforzo, congiuntamente a quello di molti altri, sta invertendo la tendenza di iscrizioni. Il numero di persone negli Stati Uniti che si laureano in fisica è in aumento come quello di donne che studiano o lavorano in ambito della fisica, sebbene in percentuali inferiori.

Oltre alla Fisica, Sabrina è appassionata di motociclette. Una sua citazione al riguardo: “Gli aerei regalano panorami meravigliosi, la moto regala il brivido dell’accelerazione. Ogni fisico deve andare in moto perché genera intuizioni fisiche, come volare”.

Patrizia Massi

Tags
Mostra Altro

Patrizia Massi

Il più grande destino è quello di imparare molte cose
Close
Vai alla barra degli strumenti