Cucina

Riso alla mediterranea e non sbagliate!

Un piatto estivo leggero e nutriente

La stagione estiva richiede piatti che soddisfino ma che non appesantiscano o i tempi di digestione diverrebbero biblici. Naturalmente, serve qualcosa che non ci metta nella condizione di tornare ad aver appetito dopo nemmeno due ore. Una buona risposta può arrivare in 20 minuti di preparazione, da un primo piatto con ingredienti tipici della cucina italiana: sto parlando del riso alla mediterranea.

Orbene, per prepararlo sinceratevi di avere in casa tutto ciò che occorre per quattro persone. Vi serviranno 350 grammi di riso, 5 pomodori maturi, 100 grammi di tonno sottolio, 100 grammi di mozzarella, un mazzetto di basilico, uno spicchio d’aglio, 3 cucchiai di olive nere ed olio extravergine di oliva: quest’ultimo per quanto possa bastare.

La prima cosa da fare sarà quella di sbollentare i pomodori e dopo averli spellati, tagliarli a piccoli cubetti. Li andrete quindi a deporre in una zuppiera, dopo aver predisposto il basilico spezzettato, l’olio, l’aglio ed il sale con i quali si mescoleranno.

Nel frattempo farete bollire l’acqua salata nella quale lesserete il riso: mi raccomando… che sia una cottura al dente! Raggiunto questo risultato, preoccupatevi di togliere l’aglio dalla zuppiera del condimento ed in questa versate il riso. Non vi resta che aggiungere il tonno a pezzetti, la mozzarella che avrete tagliato a cubetti e le olive. Una bella mescolata ed il piatto è pronto.

E’ consigliabile mantenere gli ingredienti senza formulare aggiunte o il risultato che otterrete sarà quello di aver fatto un’insalata di riso che è cosa ben diversa, per quanto simile possa sembrare. Piuttosto, se c’è qualcosa che proprio non vi piace, non mettetela. Le olive oppure l’aglio, ad esempio, se mancano non è un problema e non andrete a svilire il vostro piatto.

Per quanto riguarda l’ingrediente base, ovvero il riso, questo piatto potrete prepararlo anche con la qualità tipo basmati.

L’abbinamento ideale con il vino può essere dato da un Sauvignon, bianco del Trentino. Grazie alla sua struttura, la sua morbidezza, freschezza e sapidità, saprà ben conciliarsi con la lieve untuosità e gli aromi del piatto. Se la scelta dovesse cadere sulla birra, una Lager di vostro gradimento andrà più che bene.

Alla prossima ricetta!

Chef Antony

Tags
Mostra Altro

Chef Antony

La cucina è arte. Ogni settimana vi propongo un piatto nazionale oppure internazionale, suggerendovi, all'occorrenza, un buon vino o una buona birra da abbinare

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 + cinque =

Close