La "Sophia"

Fermarsi: un modo di essere consapevole

Accogliere con amore ciò che riceviamo

Oggi voglio condividere con voi un aspetto importante che spesso nella società movimentata in cui viviamo ci dimentichiamo di praticare, ovvero l’atto di fermarsi.

Cosa s’intende con fermarsi? Il sistema in cui viviamo ci mostra chiaramente che c’è un momento per muoversi e uno per fermarsi, ovvero si lavora per un determinato tempo e poi ci si può permettere di fermarsi.
Solitamente quindi è la vacanza il momento in cui ci fermiamo, ma siamo veramente sicuri che sia solo questo?

Qualche giorno fa ho incontrato una persona con cui ho condiviso tematiche molto profonde di evoluzione in occasione di una cena insieme. Il bello della vera condivisone è che oltre a raccontarti della tua giornata, del lavoro e del passato porti ciò che hai dentro,la tua visione evolutiva e il contributo che intendi dare nel mondo.
Dopo la cena insieme ci siamo salutati e precipitati per andare a casa. In quel momento ho sentito invece il desiderio di continuare a passeggiare da sola senza pensare a qualcosa di preciso perché in quell’istante qualsiasi cosa avrebbe stonato con la grande condivisione che avevo appena vissuto.

Ciò che intendo dire è che molto spesso quando viviamo certe situazioni siamo quasi sempre proiettati nel futuro e quindi non siamo mai realmente qui dove ci troviamo fisicamente. Quando usciamo dal ristorante, ad esempio, perché la serata è terminata pensiamo già al prossimo passo da fare che è quello di andare a casa proiettando così a livello energetico il nostro corpo nella casa. Questo fa si che non siamo più totalmente focalizzati su ciò che stiamo vivendo.

Questa abitudine la ritroviamo in molte cose che facciamo e fa si che siamo sempre distratti in ciò che ci accade non riuscendo mai a cogliere il reale insegnamento dalle situazioni.

Credo che quest’abitudine sia dovuta al fatto che non viene mai dato realmente il valore a ciò che si sta vivendo. Ciò che ci dimentichiamo è che ogni situazione ha un valore nella nostra vita, non può esserci una casualità in ciò che facciamo.

Non possiamo fermarci sempre solo al superficiale perchè altrimenti una cena resterà sempre solamente una cena con un amico e non invece un’occasione per crescere, per cogliere un insegnamento importante e per rendersi conto che qualsiasi cosa nella nostra esistenza ha un senso in base a ciò che noi crediamo.

Se dubitiamo della grandezza nella nostra vera esistenza, come Anima ci saranno sempre problemi, difficoltà, rapporti superficiali.

Non fermarsi e prendersi del tempo dopo una qualsiasi esperienza mostra quanto non diamo valore a ciò che abbiamo appena ricevuto. Questo perché nel momento in cui noi ci fermiamo e non pensiamo subito a cosa fare dopo ma a raccogliere e interiorizzare ciò che abbiamo ricevuto, si ha la possibilità di comprendere il senso più profondo di tutto.

La nostra evoluzione è fatta di semi che dovranno crescere sempre di più, cominciamo a dare un valore a questi semi affinché il loro valore possa crescere.

Sophia Molitor 

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − uno =

Close