Politica

VITALIZI: LA CASSAZIONE BOCCIA IL RICORSO DEGLI EX PARLAMENTARI

Di Maio raggiante: "Con l'eliminazione dei vitalizi risparmieremo 280 milioni che saranno usati a favore degli italiani"

La Corte di Cassazione ha bocciato il ricorso presentato da alcuni ex parlamentari che si opponevano al taglio dei vitalizi: ne ha dato notizia il Vicepremier e leader del Movimento Cinque Stelle, Luigi Di Maio.

“Ricordate il taglio dei vitalizi degli ex parlamentari che abbiamo fatto nei mesi scorsi? Qualcuno ha fatto ricorso per conservare il privilegio ma oggi la Cassazione lo ha bocciato”, ha scritto Di Maio su Facebook. “Sui vitalizi parlamentari decidono solo gli organi dell’autodichia, a garanzia dell’autonomia del Parlamento. E gli Uffici di Presidenza delle Camere hanno deciso di tagliare questi privilegi iniqui”, ha precisato il Vicepremier.

“Con l’eliminazione dei vitalizi sapete quanto andremo a risparmiare? Circa 280 milioni, tra Camera e Senato, a legislatura. Soldi che invece di finire nelle tasche di pochi privilegiati potranno essere usati a favore degli italiani”, ha scritto ancora il leader del M5S.

Soddisfazione è stata espressa anche dalla Vicepresidente della Camera, la pentastellata Maria Edera Spadoni che ha esordito affermando: “Giustizia è fatta”. “È stato dichiarato inammissibile il ricorso presentato da un ex parlamentare, il quale aveva già impugnato davanti al Consiglio di Giurisdizione della Camera la delibera del luglio scorso dell’ufficio di presidenza di Montecitorio, per effetto della quale il suo vitalizio era stato decurtato del 44,41% – ha aggiunto la Spadoni -. Con un’ordinanza depositata oggi, la Suprema Corte ha bocciato il ricorso sottolineando che è ‘da escludere che in questa sede vi sia spazio per l’esame di una qualsiasi censura riguardante la misura e l’attribuzione degli assegni vitalizi degli ex parlamentari'”.

Antonio Marino

Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantunenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo
Back to top button