Politica

Fondi russi alla Lega, Salvini: “Le parole di Conte mi interessano meno di zero”

Il Vicepremier e leader della Lega ha commentato il discorso del presidente del Consiglio, pronunciato ieri in Senato

Roma, 25 luglio – Intervenendo ai microfoni di ‘Radio Anch’io’, il Vicepremier e leader della Lega, Matteo Salvini ha commentato il discorso del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, pronunciato ieri in Senato nel merito dei presunti fondi russi alla Lega.

“Mi interessano meno di zero”, ha detto Salvini sulle parole del premier. “Mi alzo ogni mattina per andare al Viminale per lavorare – ha detto ancora il Ministro dell’Interno -. Io finché posso far le cose sto al Governo, se dovessi accorgermi che sto al Governo per non fare le cose…”.

Per Salvini, il caso Russia-Lega non è che un “fantasy di spionaggio in Russia”, “una storia dell’estate”. “Ci pagano per far lavorare le persone, per sistemare strade e autostrade”, ha rimarcato, dicendo che “Conte al Senato ha detto quello che dico io da settimane. Non ho mai preso un rublo, vado all’estero per far politica non per far accordi commerciali. Incontrare ministri è il mio lavoro, per l’interesse nazionale italiano”.

La Voce

Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Back to top button