Scienza

Dall’America uno studio sensazionale: arriva l’occhio “bionico” costruito a partire da cellule umane

L’occhio artificiale “costruito” in 3D è stato realizzato su un chip ed è dotato di cornea, congiuntiva e lacrime artificiali

L’University of Pennsylvania ha “costruito” in 3D un occhio artificiale da cellule umane, capace di aprire e chiudere palpebre in idrogel sintetico. La ricerca è stata descritta sulla rivista Nature Medicine e svela come l’organo – realizzato su un chip, dotato di cornea, congiuntiva e lacrime artificiali – riesca per la prima volta a simulare la complessa struttura multicellulare di un occhio “reale”.

I ricercatori, guidati da Dongeun Huh, hanno coltivato cellule derivate dalla cornea e dalla congiuntiva in un’interfaccia aria-liquido che ha permesso di ricreare la superficie oculare. In seguito, hanno riprodotto la geometria e la composizione cellulare degli strati più esterni dell’occhio.

Infine, hanno inserito la superficie oculare create all’interno di una piattaforma esposta a fluidi lacrimali e allo scorrimento di una palpebra artificiale fatta di idrogel (per imitare il battito spontaneo delle palpebre).



L’obiettivo per il futuro è quello di affinare il sistema sviluppato e renderlo il più possibile un occhio umano: per fare questo bisognerà migliorare ulteriormente il modello artificiale arricchendolo con altri elementi, come i vasi sanguigni e le terminazioni nervose.

Beatrice Spreafico

Mostra Altro

Beatrice Spreafico

"Leggere, scrivere, chiacchierare, ascoltare, ridere, amare.. queste sono le costanti della mia vita senza le quali non potrei essere io. Amo emozionarmi e sorprendermi, cercando di lasciare un bel ricordo di me nelle persone che incontro. Credo nell’empatia e nel potere della determinazione: la mia testardaggine incallita è rinomata e - guarda caso - il mio motto è “mai arrendersi. Le cose belle richiedono tempo”. Porto gli occhiali, che sono la mia estensione sul mondo e vivo tra ricci e capricci. Sono Social Media Manger In Wellnet, dove mi occupo di Social e sviluppo Piani Strategici ed Operativi per i clienti, su differenti piattaforme. In poche parole? Trasformo le loro richieste in parole ed immagini da ricordare. A LaVoce, invece, mi occupo della prima pagina scrivendo di politica, economia, attualità e scienza."

Articoli Correlati

Back to top button