Speciale crisi di Governo

CRISI DI GOVERNO. SALTA IL VERTICE TRA PD E M5S: ALTISSIMA TENSIONE

Il nodo Conte resta irrisolto. Problemi anche sulla scelta del vicepremier e sui ministeri di peso: i Dem avrebbero chiesto tutti quelli economici

Roma, 27 agosto – Il nervosismo che in queste ore connota il clima nel Movimento Cinque Stelle, è confermato da quanto il leader, Luigi Di Maio avrebbe detto ai suoi la scorsa notte, a margine del vertice con il Partito Democratico. “Se non dicono sì a Conte è inutile vedersi”, avrebbe affermato Di Maio, riferendosi all’incontro previsto stamattina alle 11 ed aggiungendo: “Sono stanco dei giochini”.

A conferma delle parole di Di Maio, una Nota del M5S diffusa stamane: “Rivedremo il PD quando nei loro organi di partito avranno dato l’ok all’incarico a Conte. Nessun altro incontro fino a quando non avranno chiarito ufficialmente la loro posizione su Giuseppe Conte”. “In una fase cosi delicata per il Paese non c’è tempo da perdere. Nel Partito Democratico hanno le idee confuse. Predicano discontinuità ma ci parlano solo di incarichi e di ministeri, non si è parlato di temi o di Legge di Bilancio. Così non va proprio bene. Se si vuole il voto lo si dica apertamente. Il M5S è la prima forza politica in Parlamento, lo ricordiamo a tutti”, aggiunge la Nota del Movimento.

I pentastellati dunque, pongono come condizione indispensabile il Sì a Conte premier per poter proseguire le trattative con i Dem. A complicare le cose, anche la scelta sul o sui vicepremier ed i ministeri di maggior peso. Pare che i Dem abbiano chiesto tutti i dicasteri economici.

Preso atto della posizione del M5S, i Dem hanno confermato che la riunione delle 11 è stata cancellata: una telefonata giunta da Palazzo Chigi ha annullato l’incontro. I vertici del Partito si sono chiusi in riunione al Nazareno. Gli esponenti del Partito non hanno rilasciato alcun commento. Al vertice partecipano tra gli altri, il Capogruppo Graziano Delrio, i Vicesegretari Andrea Orlando e Paola De Micheli, l’ex Segretario Maurizio Martina.

Intanto si apprende che il premier dimissionario è giunto a Palazzo Chigi dove stamane alle 11 si sarebbe dovuto tenere il nuovo incontro tra PD e M5S.

La Voce

Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Back to top button