La "Sophia"

Il cambiamento come forza interiore determinante

Attraverso il cambiamento definiamo il nostro Essere

Oggi voglio riflettere insieme a voi sul cambiamento e su come esso sia una scelta piuttosto che un avvenimento inevitabile che dipende da circostanze esterne.

Nella maggioranza si è abituati che il modificarsi delle situazioni che si vivono determinano il cambiamento interiore. Tanto è vero che molto spesso si fanno affermazioni del tipo: “Questa situazione mi ha fatto cambiare”, “Questa persona mi ha fatto cambiare”.
E’ vero che le situazioni della nostra vita sono lì per farci evolvere e comprendere sempre più tasselli del disegno completo di noi stessi, ma credo che non sia solo l’evento in sé a spingerci verso il cambiamento interiore.

Credo che quando viviamo una determinata esperienza il cambiamento interiore sia già iniziato molto prima di incontrare l’esperienza stessa.
Ciò che voglio dire è che quando parliamo di “cambiamento” non possiamo prendere in considerazione solo il risultato finale, ovvero, ciò che siamo diventati. Ciò che ci permette di avviare una trasformazione interiore è la scelta di prepararsi ad essa. Nel momento in cui diamo l’intenzione di voler cambiare, cambia la nostra vibrazione energetica e di conseguenza non andiamo più in risonanza con le attuali situazioni che stiamo vivendo bensì con altre. In questo modo chiamiamo a noi luoghi, momenti e persone differenti.

Quello che accade però è che mettiamo a confronto noi della situazione passata con quella del presente e dunque crediamo che siano stati solo quei luoghi, momenti e persone a cambiarci.

In realtà ciò che prima di tutto ci conduce in esperienze differenti è la nostra intenzione di voler cambiare.

Per me, ad esempio, il movimento fisico è una parte importante della mia vita, sono infatti cresciuta in un luogo dove le opportunità di muovermi non erano mai limitate. Oggi vivo in un posto molto differente dove non mi muovo più con la stessa intensità. Nonostante questo ricerco il movimento in ogni cosa piccola cosa che faccio, andando in bicicletta piuttosto che con altri mezzi, scegliendo le scale anziché gli ascensori ecc.

Vi racconto questo perché credo che non dovremmo aspettare sempre che i momenti che viviamo arrivino all’estremità fino a sostituirli con qualcosa di differente.

Se ricerchiamo il cambiamento quotidianamente nel luogo, nella situazione e con le persone ci avviciniamo sempre di più verso una totale trasformazione di noi che ci permette di essere ciò che siamo.

Una delle prove esistenziali è anche essere capaci di cambiare nel nostro piccolo per poter incontrare una trasformazione sempre più grande ed entrare in un processo di evoluzione più alta.

L’evoluzione non comporta solamente cambiamenti radicali, esperienze forti, anzì essi diminuiranno quando cominceremo a modificare le piccole cose della nostra vita.

Il cambiamento più o meno forte dipende quindi dalla nostra intenzione consapevole di ascoltarci sempre di più per ciò che emaniamo e siamo.

Sophia Molitor

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 + 9 =

Close