Tech

I big della Silicon Valley sotto indagine negli USA

La “guerra” legale contro i colossi Google e Facebook si estende da New York al Texas

Tempi duri per i colossi della Silicon Valley, Google e Facebook con l’antitrust americana tornata ad alzare la pressione legale dopo anni di cosiddetta “anarchia web”. Questa volta si tratta di una vera e propria operazione che comincia a Washington DC, passando per New York per poi arrivare fino in Texas, per un totale di ben 8 stati USA Antitrust e moltissimi procuratori con l’obiettivo di verificare ed accertare che Facebook non abbia fatto della concorrenza sleale il suo caposaldo per ottenere il primato sul mercato ed aver messo di nuovo a rischio gli account di Facebook.

Letitia James, Procuratore Generale di New York e Capo della coalizione bipartisan degli stati che hanno avviato l’inchiesta su Facebook, in un’intervista afferma: “Anche la maggiore piattaforma di social media al mondo deve seguire la legge e rispettare i consumatori. Useremo tutti gli strumenti investigativi a nostra disposizione per determinare se le azioni di Facebook hanno messo a rischio i dati dei consumatori, ridotto la qualità delle loro scelte o aumentato i prezzi della pubblicità”.

Gli altri stati presenti nella coalizione sono: Colorado, Florida, l’Iowa, Nebrasca, North Carolina, l’Ohio, Tennesse e Washington DC.

Dario Naghipour

Tags
Mostra Altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 1 =

Close