Politica

IL GOVERNO CONTE CHIEDE LA FIDUCIA ALLA CAMERA – TEMPO REALE

L'intervento del premier

Roma, 9 settembre – E’ in corso in queste minuti il dibattito parlamentare alla Camera dei Deputati, per la fiducia al Governo Conte. Gli aggiornamenti in tempo reale e la diretta video da Montecitorio.

AGGIORNAMENTI

ORE 11.30 – CONTE: “MIO RUOLO COME SERVIZIO AL PAESE”

“Ho sempre inteso il mio ruolo come servizio al Paese e nell’esercitare il mio servizio ho cercato di guardare sempre al bene comune senza lasciare che prevaricassero interessi di parte”. Lo ha affermato il premier, Giuseppe Conte nel corso del suo intervento alla Camera.

ORE 11.40 – CONTE: “LA SFIDA E’ PENSARE AL LAVORO NEL SUD”

“La sfida sul piano interno è quella di ampliare la partecipazione alla vita lavorativa delle fasce di popolazione finora escluse. Esse si concentrano soprattutto tra i giovani e le donne, particolarmente nel Mezzogiorno”, ha detto Conte. Circa il suo Governo, il presidente del Consiglio ha affermato: “Ci presentiamo per chiedere a voi, rappresentanti del popolo italiano, la fiducia sul nuovo governo, che sarà mio compito guidare con disciplina e onore”.

ORE 11.45 – CONTE: “L’INNOVAZIONE RICHIEDE INFRASTRUTTURE”

“La rivoluzione dell’innovazione non può realizzarsi senza un’adeguata rete di infrastrutture tradizionali dei trasporti, delle reti dei servizi pubblici essenziali, senza un’attenta politica di difesa del territorio e dell’ambiente. E’ necessario per questo ravvivare la dinamica degli investimenti, sia proseguendo nell’azione di supporto alle pubbliche amministrazioni sia nella definizione delle priorità fondamentali su cui concentrare nuove risorse”, ha spiegato Conte.

ORE 11.50 – CONTE: “BASTA A NUOVE AD ALTRE CONCESSIONI PER TRIVELLAZIONI”

“Siamo determinati a introdurre una normativa che non consenta più il rilascio di nuove concessioni di trivellazione per estrazione di idrocarburi. Chi verrà dopo di noi, se mai vorrà assumersi l’irresponsabilità di far tornare il Paese indietro, dovrà farlo modificando questa norma di legge”, ha detto Conte.

ORE 11.55 – CONTE: “SERVE BANCA PER GLI INVESTIMENTI NEL SUD”

“L’azione di rilancio degli investimenti passa necessariamente dall’abbattimento del divario fra Nord e Sud del Paese. A questo scopo, occorre rilanciare un piano straordinario di investimenti per il Mezzogiorno, anche attraverso l’istituzione di una banca pubblica per gli investimenti, che aiuti le imprese in tutta Italia e dia impulso all’accumulazione di capitale fisico, umano, sociale e naturale del Sud”, ha affermato il premier.

ORE 12.00 – CONTE: “EVITARE L’AUMENTO DELL’IVA ED ALLEGGERIRE IL CUNEO FISCALE”

“Siamo consapevoli che questa Manovra sarà impegnativa. La sfida più rilevante, per quest’anno, sarà evitare l’aumento automatico dell’Iva e avviare un alleggerimento del cuneo fiscale”, ha spiegato il premier.

ORE 12.10 – CONTE: “TAGLIARE I PARLAMENTARI E RIFORMARE LA LEGGE ELETTORALE”

“Occorrerà avviare un percorso di riforma del sistema elettorale”, ha detto ancora il premier. Circa il taglio dei parlamentari: “E’ nostra intenzione chiedere l’inserimento, nel primo calendario utile della Camera dei deputati, del disegno di legge costituzionale che prevede la riduzione del numero dei parlamentari. E’ nostro obiettivo procedere a una riforma dei requisiti di elettorato attivo e passivo per l’elezione del Senato e della Camera, nonché avviare una revisione costituzionale volta a introdurre istituti che assicurino più equilibrio al sistema e contribuiscano a riavvicinare i cittadini alle istituzioni”.

ORE 12.25 – CONTE: “RESPONSABILITA’ E RIGORE SULL’IMMIGRAZIONE”

“L’epocale fenomeno migratorio, va gestito con rigore e responsabilità, perseguendo una politica modulata su più livelli, basata su un approccio non più emergenziale, bensì strutturale, che affronti la questione nel suo complesso, anche attraverso la definizione di un’organica normativa che persegua la lotta al traffico illegale di persone, ma che si dimostri capace di affrontare più efficacemente i temi dell’integrazione, per coloro che hanno diritto a rimanere e dei rimpatri, per coloro che non lo hanno”, ha detto il premier.

ORE 13.45 – ALLA CAMERA E’ BAGARRE. FDI A M5S: “ONESTA'”

Il presidente di turno della Camera, il Dem Ettore Rosato, ha fatto spegnere il microfono al Capogruppo di FdI, Francesco Lollobrigida che aveva ampiamente superato il tempo limite per il suo intervento e dopo diversi richiami. L’iniziativa ha scatenato la reazione dei parlamentari di FdI i quali, quando il Deputato M5S, Giuseppe Brescia ha preso la parola, hanno scandito cori: “onestà, onestà” e poi “vergogna” ed “elezioni elezioni”.

ORE 16.10 – +EUROPA ANNUNCIA IL SI’ ALLA FIDUCIA

Bruno Tabacci, intervenendo in Aula, ha annunciato che +Europa voterà il Sì alla fiducia al Governo. Stessa cosa per il radicale Alessandro Fusacchia.

ORE 17.55 – CONTE: “TRADIMENTO? LA COSTITUZIONE ESISTE ANCORA?”

Il premier, Giuseppe Conte, aprendo la sia replica alla Camera, ha affermato: “Ho ascoltato in silenzio, con attenzione, prendendo appunti sulle parole più usate: tradimento, oltraggio a italiani, addirittura sequestro del voto. Mi chiedo se la nostra Costituzione esiste ancora o è stata stracciata”.

ORE 18.10 – BAGARRE IN AULA: LEGHISTA ALZA LA SEDIA

Il presidente della Camera, Roberto Fico ha chiesto l’intervento dei commessi per verificare il comportamento di un Deputato della Lega che è sembrato aver sollevato la propria sedia.

ORE 18.15 – CONTE ALLA LEGA: “VOLEVATE PIU’ POLTRONE PER VOI?”

Giuseppe Conte, nel corso della sua replica in Aula ha dichiarato: “C’è stato il Deputato Garavaglia con cui ho lavorato per mesi fianco a fianco che ha usato un’espressione volgare: ‘Volete rimanere imbullonati alle poltrone’. E’ un’espressione che non trovo appropriata perché per me una poltrona è fonte di responsabilità ma che devo pensare: ‘Che volevate andare a elezioni per avere più poltrone?”.

ORE 18.20 – CONTE GARANTISCE: “IL REDDITO DI CITTADINANZA RESTERA'”

“Il reddito di cittadinanza rimarrà assolutamente in piedi, anzi lo dobbiamo implementare e monitorare. Non deve avere finalità assistenziale ma deve servire a recuperare al circuito lavorativo persone esiliate, emarginate”. E’ quanto affermato dal premier Conte.

ORE 18.25 – CONTE: “IL NORD AVRA’ TUTTE LE ATTENZIONI”

Il premier Conte ha dichiarato: “Il Nord avrà tutte le attenzioni. La nostra attenzione al Sud non significa che trascureremo il Nord. Al Nord guardiamo perché abbiamo un impegno di realizzare il progetto di autonomia differenziata. Lo dobbiamo ai tanti cittadini e a tutte le comunità che hanno chiesto di percorrere il percorso di riforma previsto dalla Costituzione. Con le cautele che ci consentiranno di non dividere ancora in due l’Italia”.

ORE 18.30 – CONTE: “LA LEGA NON HA IPOTECATO LA SICUREZZA”

Il premier Giuseppe Conte, durante la replica in Aula alla Camera, ha detto: “Pensavate di aver ipotecato il presidio di un comparto ma non è così, ci sono due punti su 29 dedicati alla sicurezza”.

ORE 18.40 – CONTE: “AVREMO RISPETTO DEL PARLAMENTO E DELLE OPPOSIZIONI”

“Il Governo ha una grande sensibilità verso le istituzioni, ci faremo carico di rispettare appieno il ruolo del Parlamento, e questo significa anche delle forze d’opposizioni”. E’ quanto affermato dal premier Conte.

ORE 18.50 – IN CORSO LE DICHIARAZIONI DI VOTO

Conclusa la replica del premier Conte, sono cominciate le dichiarazioni di voto da parte dei gruppi parlamentari. Il voto conclusivo è previsto per le 19.30.

ORE 21.35 – IL GOVERNO CONTE OTTIENE LA FIDUCIA

Con 343 Sì e 263 No, il Governo Conte bis ha ottenuto la fiducia della Camera. I votanti presenti erano 609 ed i votanti, 606. La maggioranza fissata a 304 voti è stata superata di 39.

La Voce

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro + 3 =

Close