Cucina

Risotto peperoni e paprika

Un'esplosione di sapori straordinaria

Se c’è un piatto versatile è il risotto. Lo conosciamo in ogni sua declinazione: allo zafferano, ai funghi, allo champagne… addirittura con abbinamenti più arditi come con le fragole. Questi, solo per citarne alcuni. Il risotto che desidero proporvi oggi, è realizzato con i peperoni e la paprika. Non è assolutamente complicato da realizzare: tra preparazione e cottura vi basteranno tre quarti d’ora. Vi garantisco un’esplosione di sapori straordinaria.

Per prepararlo per quattro persone, vi occorreranno 400 grammi di riso tipo Carnaroli, 2 peperoni rossi, 100 grammi di passata di pomodoro, una cipolla e mezzo bicchiere di vino bianco. Paprika dolce in polvere, sale, brodo vegetale e formaggio a pasta filata per quanto potranno bastare.

Innanzitutto occupatevi dei peperoni che dovranno essere lavati con molta cura e sbollentati impiegando una pentola d’acqua, sino al termine della loro cottura. Fatto questo, dovrete scolarli, pelarli ed eliminare i semi che si trovano al loro interno. Il passo successivo sarà quello di ottenere dai peperoni una crema: a tal proposito impiegherete un frullatore.

Munitevi di una casseruola che andrete a scaldare sul fuoco. Aggiungete l’olio che dovrà scaldarsi anch’esso e con la cipolla che dovrà essere accuratamente affettata, andrete a realizzare un soffritto. E’ il momento di aggiungere il riso che dovrà essere tostato unitamente alla cipolla ed all’olio. Versate il vino bianco e fate sfumare, lasciando che l’alcol evapori. Proseguite con la cottura del riso, durante la quale aggiungerete il brodo vegetale che dovrà essere bollente: regolatevi voi quando questa operazione si rende utile.

Quando sarete giunti a circa metà della cottura del riso, sarà il momento di versare la crema di peperoni insieme alla passata di pomodoro. Dovrete ora ben miscelare tutti gli ingredienti ed ultimare la cottura. A fuoco spento, aggiungete il formaggio e date il tempo che si mantechi: basterà qualche minuto ed il piatto sarà pronto da servire in tavola. La paprika lascerete che venga aggiunta dai vostri commensali in base al loro gusto.

Per quanto riguarda il vino d’accompagnamento, vi suggerisco un Colline Lucchesi DOC: bianco, fermo, secco, leggero.

Gli estimatori della birra potranno degustarlo con una Saison di loro gradimento.

Alla prossima ricetta!

Chef Antony

Tags
Mostra Altro

Chef Antony

La cucina è arte. Ogni settimana vi propongo un piatto nazionale oppure internazionale, suggerendovi, all'occorrenza, un buon vino o una buona birra da abbinare

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − 9 =

Vedi Anche

Close
Close