Politica

RENZI: “NON SIEDERO’ IO AI TAVOLI DI GOVERNO”

L'ex esponente Dem non risparmia attacchi al suo ex partito e a Salvini. Sul Conte bis: "Non è il Governo che sognavo"

Matteo Renzi è tornato a parlare della sua decisione di lasciare il Partito Democratico insieme ad altri suoi fedelissimi, per fondare la nuova forza politica, ‘Italia Viva’. In un’intervista rilasciata a ‘Sky Tg25’, l’ex premier ha affermato: “Parlare con Di Maio? Noi siamo civili e parliamo con tutti, ma non sarò io a partecipare ai tavoli, ci sarà un segretario, un leader. Se la mia presenza è ingombrante, non sarò io a causare ingombro”. Riferendosi al PD, Renzi ha detto con amarezza di uscirne “dopo sette anni nei quali ho dato il cuore e sono stato considerato un intruso, uno non di sinistra”.

“Rientreranno Bersani e D’Alema e usciamo noi – ha proseguito Renzi -. ‘Italia Viva’ si caratterizza per la differenza culturale con il populismo di Matteo Salvini”. Parole che servono ad introdurre l’attacco al Segretario della Lega: “Ha aperto una pagina di polemica assurda dentro le Istituzioni; occorreva mettere le cose in chiaro anche dentro l’esperienza del PD. Dopo sette anni, meglio lasciarsi se le cose non vanno: vale per le storie di amore e anche per il nostro rapporto con il PD”.

Sul Conte Bis, Renzi non ha dubbi quando afferma: “Non è il Governo che sognavo, parliamoci chiaro, però proprio per la situazione di emergenza che Salvini ha causato, è giusto e doveroso mordersi la lingua, non vivere di risentimenti personali che pure ci sono e sono tanti, e cercare di dare una mano all’Italia. Dare una mano al Governo significa dare una mano all’Italia”.

Circa i nuovi arrivi che potrebbero esserci in ‘Italia Viva’, Renzi ha affermato: parte dei moderati del Paese non sopporta più Salvini, questo è dato di fatto, e anche una larga parte del mondo cattolico”.

Infine ha annunciato che il simbolo di ‘Italia Viva’ sarà presentato alla Leopolda.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantunenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo
Close