Politica

IL TAGLIO DEI PARLAMENTARI E’ LEGGE

La Camera approva in via definitiva con 553 voti favorevoli

Con 553 voti favorevoli, 14 contrari e 2 astenuti, ieri pomeriggio l’Aula della Camera ha dati il via libera definitivo al taglio dei parlamentari. Affinché il testo passasse con voto positivo, era necessaria la maggioranza assoluta, ovvero 316 voti che, evidentemente è stata ampiamente superata.

Il testo di legge va così a modificare gli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione, oltre a ridurre i deputati dagli attuali 630 a 400 ed i senatori, da 315 a 200. Per quanto riguarda i parlamentari eletti all’estero, i deputati passano da 12 ad 8 ed i senatori, da 6 a 4.

La legge approvata dalla Camera prevede inoltre che nessuna Regione potrà avere un numero di senatori inferiore a 3: sin’ora ne erano previsti 7. In merito ai senatori a vita che fanno riferimento all’articolo 59 della Costituzione, il numero di quelli “in carica nominati dal Presidente della Repubblica non può in alcun caso essere superiore a cinque”.

In base a quanto espresso dall’articolo 138 della Costituzione, dal momento che la legge non ha ottenuto il via libera dei due terzi di Camera e Senato in seconda lettura, potrà essere sottoposta a referendum popolare. Questo nel caso in cui entro tre mesi dalla sua pubblicazione, sia richiesto da un quinto dei membri di una delle due Camere o da 500mila elettori oppure da cinque Consigli regionali.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto − 4 =

Close