Economia

MANOVRA, L’ITALIA RISPONDE A BRUXELLES: “NOSTRE STIME PRUDENTI”

Il Ministro Gualtieri non ritiene che vi siano deviazioni importanti dalle regole ed ostenta fiducia sul consolidamento della finanza pubblica

Roma, 24 ottobre – Il Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri ha risposto a Bruxelles nel merito delle criticità rilevate sulla bozza della Legge di Bilancio.

Nella sua lettera, Gualtieri ha spiegato che le stime inserite nel DPB “sono abbastanza prudenti” in quanto non considerano quello che sarà l’impatto sul gettito del programma per “la promozione” dei pagamenti effettuati con la moneta elettronica.

Il Ministro ha inoltre ostentato fiducia sul “consolidamento” della finanza pubblica e sulle riforme che saranno varate: elementi che porteranno ad una diminuzione dello spread, facendo aumentare i risparmi ed apportando miglioramenti al deficit strutturale.

L’obiettivo che il Documento Programmatico di Bilancio si pone, è quello di “superare di gran lunga” le previsioni sul controllo della spesa, così come il far fronte volontariamente agli obblighi fiscali (tax compliance).

Il progetto di Bilancio 2020, ha spiegato Gualtieri, non comporterà un deviare dalle regole. Il deficit strutturale mostra segnali di un lieve peggioramento quantificato in ragione dello 0,1% a seguito delle difficoltà economiche ancora presenti in Italia. A questo si aggiunge la richiesta di flessibilità quantificata nello 0,2% per far fronte ad eventi eccezionali.

La Voce 

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Close