Alain, la Vita a 360°Costume e Società

Il benessere umano ed il benessere animale

Tutto ciò che si fa agli animali si fa anche agli uomini

Dietro tante difficoltà che l’umanità sta attraversando, si cela una grande legge della Natura della quale noi facciamo parte. Il sistema e la filosofia che guida l’educazione del genere umano attualmente deprezza totalmente l’esistenza delle altre forme di vita. È una realtà evidente che fa calare un velo davanti agli occhi della coscienza della maggior parte degli uomini.

La considerazione riservata agli animali è al suo livello più basso, mentre un’intelligenza artificiale governa sempre di più la civiltà umana senza tener conto degli uomini stessi. Gli uomini accettato, in favore della propria “comodità mortale”, di mettere in schiavitù degli altri esseri viventi; impedendo a sé stessi di esprimere la propria autenticità, la propria essenza e di liberarsi.

A proposito di animali potremmo prendere in considerazione il vegetarismo da un’angolazione diversa, senza entrare in una dinamica estremista, settaria e fanatica.

È realmente degno, del regno umano che rappresentiamo, di nutrirsi di cadaveri e di far soffrire degli esseri che hanno una sensibilità pari alla nostra? È così nobile togliere a degli esseri viventi, che come noi, hanno degli occhi rivolti al futuro, la possibilità di usufruire di un destino?

Tendiamo al benessere ma è la paura che vive alla base dell’educazione e dell’economia, rendendoci potenzialmente “lupi” per gli altri.

Gli animali hanno come compito, tra l’altro, la custodia della sopravvivenza sulla terra e l’essere umano ha ricevuto tante eredità dal regno animale stesso, che, se osserviamo con attenzione, vive anche in noi, nel nostro corpo, nei nostri sentimenti, nelle nostre emozioni.

Dal modo in cui ci comportiamo verso gli animali, rinforziamo o perdiamo la ricchezza da loro ricevuta! Non è astrazione, ma è una realtà, una legge! Questa legge riguarda anche le relazioni tra noi umani, visto che anche loro hanno una vita sociale.

La sfera animale rappresenta l’aspetto orizzontale della nostra vita, mentre la sfera umana deve mantenere la propria verticalità e manifestare la vita sulla terra. Ma come rimanere in equilibrio se la base non è nella stabilità e nella serenità?

Stiamo parlando dei “regni inferiori”, si, d’accordo ma sono loro che ci garantiscono la possibilità di vivere e di conseguenza non sarebbe giusto mostrare un’attitudine diversa? Mostrar loro amore, umiltà e gratitudine?

Certo che sì, ma per realizzare di nuovo questa apertura verso i più piccoli, si deve accettare, onorare e custodire ciò che è più grande.

La domanda che vi pongo ora è: “Esistono dei regni superiori all’uomo?”.

Visto che siamo verticali, per rimanere tali, dobbiamo tendere verso ciò che è superiore, verso sfere di esistenza che prendono cura della vita nella sua ampiezza. L’esistenza, la coscienza e l’intelligenza sono una Realtà che si manifesta nel piccolo come nel grande.

Sotto i nostri piedi, la terra (i regni inferiori), la saggezza, la Madre e al di sopra di noi, il Cielo ed i Cieli (i regni superiori), l’amore, il Padre, l’Origine!

E tra la Madre ed il Padre vi è l’uomo, la verità, la nobiltà, la regalità….

Se voleste approfondire l’argomento, vi consiglio la lettura del mio libro “Omaggio agli animali” (Alvorada edizioni).

Alain Contaret

Rappresentante della Tradizione Essena in Italia

Sacerdote, ierogrammata (Scriba essena) ed insegnante esseno

Esperto Arte del movimento meditativo esseno (Qi Gong e Yoga esseno)

Discepolo del Maestro Olivier Manitara, rappresentante mondiale della Tradizione Essena

Correzione testo:

Barbara Frattini

 
Ierogrammata (Scriba essena)

Discepola del Maestro esseno Olivier Manitara

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × uno =

Close