Cronaca

VENEZIA: STATO DI EMERGENZA E 20 MILIONI DI EURO DAL GOVERNO

Nominato il super Commissario al Mose: è Elisabetta Spitz, ex direttore dell'Agenzia del Demanio. Di Maio: "Mose nato vecchio"

Il Consiglio dei Ministri, nel corso della seduta di ieri, ha dichiarato per Venezia lo stato di emergenza ed ha stanziato 20 milioni di euro come primo soccorso, a favore di chi ha subito danni: “Fino a 5mila euro a privati, 20mila agli esercenti”, ha spiegato il premier. “Per Venezia c’è un impegno a 360 gradi, c’è una situazione drammatica in una città unica, ci dobbiamo essere”, ha aggiunto Conte. Parlando poi del Mose, Conte ha affermato: “E’ un’opera su cui ormai sono stati spesi tantissimi soldi ed è in dirittura finale”.

“Abbiamo individuato la data del 26 novembre per riunire il Comitatone, un organo da me convocato per una governance su tutti i problemi strutturali di Venezia: grandi navi, Mose, maggiore coordinamento tra le autorità competenti”, ha detto ancora il presidente del Consiglio.

Sul dramma che ha colpito Venezia ma non solo, si è espresso anche il Ministro degli Esteri e Capo del Movimento Cinque Stelle, Luigi Di Maio. “Questo è il momento di stare vicino ai veneti, ma non possiamo far finta di non vedere che qualcuno ha delle colpe e chi ce le ha deve pagare. Non possono essere sempre i cittadini a pagare il conto degli errori politici”. “Opere come il Mose sono nate vecchie e infarcite di tangenti e corruzione” ma “ora, benché non sia la migliore soluzione possibile, va terminata al più presto per proteggere Venezia subito”, ha detto ancora Di Maio.

Intanto, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha dato notizia della nomina di Elisabetta Spitz, ex direttore dell’Agenzia del Demanio, al ruolo di super Commissario. “Ci sono stati forti rallentamenti sul progetto che però è compiuto al 93%. Mancano gli ultimi 400 milioni. Sono stati appostati dal Governo, non sono fermi per motivi burocratici. Non c’è niente di fermo, i lavori stanno andando avanti”, ha sottolineato la De MIcheli, auspicando che vorrebbe vedere l’opera ultimata entro il 2021. “Spero però che ci siano utilizzi parziali anche prima”, ha aggiunto la De Micheli.

Tra i primi provvedimenti dell’amministrazione comunale di Venezia ha disposto il rinvio del pagamento TASI di un mese, contro la scadenza che era stata fissata precedentemente per il 16 novembre, sia per i cittadini che per le aziende.

Sul fronte delle previsioni meteo, è attesa in queste ore una nuova ondata di maltempo proveniente dall’Atlantico.

A seguito dell’emergenza, è stata disposta la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per la giornata odierna; riguarderà gli istituti del centro storico, delle isole, del Lido e di Pellestrina.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantunenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo
Close