Speciale Euro 2020

Verso euro 2020: l’Italia chiude il girone con nove gol all’Armenia.

Doppiette di Immobile e Zaniolo, in rete anche Barella, Romagnoli, Jorginho, Orsolini e Chiesa

Dopo la mancata qualificazione ai Mondiali di Russia del 2018, l’Italia ha cambiato completamente rotta inanellando ben undici successi consecutivi, un risultato davvero di tutto rispetto. A Palermo contro l’Armenia è anche arrivata una vera e propria goleada, condita da due pali e una traversa.

Che sarebbe stata una gara a senso unico si poteva anche immaginare, vista la differente caratura tecnica delle due squadre; la vittoria dell’Italia infatti non è mai stata in discussione. Già dopo meno di dieci minuti gli Azzurri erano avanti di due lunghezze, grazie alle reti segnate da Immobile, su assist di Chiesa, e Zaniolo al primo centro personale con la maglia della Nazionale. E non sarà peraltro l’unico.

Dopo altre occasioni, ecco che l’Armenia centra la traversa con Karapetyan; dopo una sciocchezza di Bonucci che poteva costare cara, il montante salva Sirigu, ormai fuori causa. L’Italia triplica al 29°; lo stesso Bonucci calibra per Barella, che batte il portiere armeno con molta freddezza. Due minuti più tardi è il palo a fermare un bel destro di Chiesa, imbeccato da Jorginho. La quaterna però è solo rimandata di qualche minuto e porta la firma di Immobile, che al minuto 33 sigilla la sua personale doppietta. Poco dopo, lo stesso Immobile sfiora il tris colpendo un palo, sempre di destro, dopo un rapido scambio tra Barella e Chiesa, molto presente nelle manovre azzurre.

All’inizio della ripresa Mancini manda in campo Orsolini al posto di Barella. Al 55° minuto Di Lorenzo non riesce ad inquadrare la porta su una giocata magistrale di Jorginho. Due minuti dopo, Chiesa coglie il secondo palo della serata con un tiro a giro dai 20 metri. Dopo una timida reazione degli armeni, ci pensa ancora Zaniolo (anche per lui doppietta) nuovamente su assist di Jorginho. Il cappotto arriva con un inserimento di Romagnoli, che da pochi passi piazza il pallone alla destra del portiere armeno.

All’altezza del minuto 72, mancano ancora all’appello 4 reti prima di fine gara; tre sono azzurre e arrivano da Jorginho (su rigore), Orsolini e Chiesa, entrambi questi ultimi alla prima firma in Nazionale. In mezzo agli ultimi due goal italiani si inserisce la segnatura dell’Armenia; Babayan realizza infatti il goal della bandiera per gli armeni infilando un bolide dai venti metri alle spalle di Meret, subentrato poco prima a Sirigu, ex giocatore del Palermo.

Il tabellino

ITALIA (4-3-3): Sirigu (dal 32′ st Meret); Di Lorenzo, Romagnoli, Bonucci (dal 23′ st Izzo), Biraghi; Barella (dal 1′ st Orsolini), Jorginho, Tonali; Chiesa, Immobile, Zaniolo. A disposizione: Donnarumma G., Castrovilli, Florenzi, Belotti, Insigne, Acerbi, Mandragora, Bernardeschi, El Shaarawy. Allenatore: Mancini

ARMENIA (5-4-1): Airapetyan; Hambartsumyan, Haroyan, Calisir, Ishkhanyan (dal 24′ st Sarkisov), Hovhannisyan; Babayan, Grigoryan (dal 15′ st Simonyan), Edigaryan (dal 37′ st Avetisyan), Barseghyan; Karapetyan. A disposizione: Beglaryan, Kasparov, Voskanyan, Manucharyan, Daniielian, Hovhannisyan, Vardanyan, Harutyunyan. Allenatore: Khashmanyan

Reti: al 8′ pt Immobile, al 9′ pt Zaniolo, al 29′ pt Barella, al 33′ pt Immobile, al 19′ st Zaniolo, al 27′ st Romagnoli, al 30′ st Jorginho (rigore), al 33′ st Orsolini, al 36′ st Chiesa

Ammonizioni: Haroyan

Donatella Swift

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Close