Calcio Serie A

Juventus: Ronaldo ricuce con compagni e allenatore dopo il cambio con il Milan

Da sabato ricomincia il duello con l'Inter in Campionato

Nelle ultime ore in casa Juventus è arrivata una notizia che pare abbia fatto contenti molti tifosi bianconeri: Leonardo Bonucci ha infatti firmato il nuovo contratto fino al 2024, prolungandolo pertanto di un anno.

Quest’ultimo tassello arriva a poche ora da un’altra importantissima notizia, filtrata attraverso alcuni quotidiani, secondo cui Cristiano Ronaldo avrebbe offerto una cena a compagni ed allenatore con il preciso intento di riappacificare l’ambiente dopo la sua polemica uscita dal campo nel corso di Juventus-Milan; nell’ultima partita di campionato prima della sosta per le Nazionali, fino al momento della sostituzione il lusitano aveva infatti toccato pochissime volte il pallone, tanto da convincere il tecnico Sarri a mandarlo negli spogliatoi.

Ne era seguito un assai poco edificante siparietto, in cui si era visto il portoghese lanciare a fior di labbra frasi probabilmente non proprio da educanda all’indirizzo dello stesso Sarri. L’allenatore toscano è arrivato alla corte degli Agnelli la scorsa estate e, almeno inizialmente, non ha suscitato particolari entusiasmi anche per via delle sue precedenti dichiarazioni, rese ai tempi del Napoli, in cui aveva praticamente giurato che mai e poi mai sarebbe andato ad allenare la Juventus.

È quindi naturale che, con tali premesse, l’approccio non sarebbe stato dei migliori, ma con il passare del tempo, la situazione è andata via via appianandosi, anche, se non soprattutto, grazie all’entusiasmante ruolino di marcia con cui i bianconeri stanno affrontando il campionato partita dopo partita. Anche nel girone di Champions League, manifestazione tanto amata quanto agognata dai bianconeri ormai da anni, la Juventus ha inanellato successi su successi, concedendosi al massimo qualche pausa di riflessione tutt’altro che preoccupante.

Il ruolino in ambito nazionale ha portato la Juventus a ricoprire la prima posizione in classifica tallonata dall’Inter, che insegue ad una lunghezza. Certo, le due squadre offriranno probabilmente altri spunti di riflessione nel corso della stagione, sia per il loro duello a distanza che continua a rinnovarsi domenica dopo domenica, sia per quanto concerne il modo di giocare. Del resto, non è un caso se le due squadre sono separate soltanto da un punto; e ciò risulta vero nonostante il 2-1 con cui la squadra di Conte è uscita sconfitta da San Siro in occasione dello scontro diretto, dimostrando però di poter restare in agguato.

Ed anche per quanto concerne il futuro, la Juventus non accenna a smettere di guardarsi intorno; nel mirino della dirigenza bianconera, ad esempio, c’è sempre Alessio Romagnoli, il fortissimo difensore centrale del Milan, seguito già da tempo, ma che i rossoneri non hanno assolutamente intenzione di cedere; anzi, proprio per tutelarsi al meglio in tal senso, pare sia già previsto un prolungamento del contratto dell’ex romanista (in scadenza nel 2024), diventato in poco tempo una certezza nel pacchetto arretrato milanista. Al difensore di Anzio sarebbe stato garantito anche un consistente ritocco dell’ingaggio, volto a blindarlo dalle attenzioni delle pretendenti, prima fra tutte proprio la Juventus.

Donatella Swift

Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014
Back to top button