Alain, la Vita a 360°

Prendersi cura del femminile nel quotidiano (Prima parte)

Riscoprire la saggezza dei misteri della donna per far emergere quelli autentici dell'uomo

Noi pensiamo che il nostro contesto di vita sia il mondo nel quale viviamo, quello che potremmo definire il mondo dell’uomo, la società. Portiamo la nostra attenzione unicamente verso questo mondo dato che cresciamo e viviamo in lui. Lo facciamo a tal punto che la natura ambientale e l’universo intero non fanno più parte delle nostre preoccupazioni essenziali o molto poco.

Ma chi potrebbe veramente affermare che il mondo dell’uomo vive come unità a sé stante?

In realtà tutto proviene dalla Natura e dall’Universo, tutto proviene dai misteri nascosti dell’aldilà.

Tutto ci mostra che la Terra è veramente una madre che si prende cura di ogni forma di vita e che il nostro corpo appartiene a lei. Essa non è formata né dall’uomo, né dalla scienza ma da leggi, ovvero forme di intelligenza, molto superiori all’uomo e al suo sviluppo intellettuale.

Quando arriviamo sulla terra, tutti noi, sia uomini che donne, passiamo tramite una porta che chiamiamo “Mamma”. Sulla terra è l’intelligenza femminile che governa. Questo non lo dico per far piacere alle femministe ma perché l’ordine cosmico è oggettivamente posizionato in questo modo. La maternità non appartiene al femminismo ma al femminile sacro. Quest’ultimo unisce e valorizza il ruolo e la specificità complementare delle due realtà: quella femminile e quella maschile. Li studia, li capisce, li orienta nella buona direzione. Si tratta di un cammino di formazione e nobilitamento dell’essere umano affinché esso sia al servizio cosciente dell’Insieme e possa mantenere il suo ruolo in seno al Creato.

Tutta la vita quotidiana è subordinata al femminile che diventa un ambiente, un quadro di vita all’interno del quale è possibile la crescita e l’educazione. Svalorizzare le piccole mansioni della vita quotidiana, delle quali la donna si occupa, è la prova di una decadenza della società; infatti, rappresentano le basi fondamentali della vita umana. Sulla terra siamo nella scuola della Madre, dunque del femminile che ci dimostra che siamo in continua formazione e che ci educhiamo verso una perfezione nobile e grande, voluta da sempre.

Se riflettiamo un momento e ci poniamo la domanda: “ Da dove inizia il percorso umano verso la società?”

Dalla scuola materna! Che grande verità!

Il maschile esiste nascosto nel femminile; come un orientamento, un’idea, un seme che porta la volontà di ciò che è superiore all’uomo e che è all’origine di tutto.

Si deve considerare che nel momento in cui i due principi, il femminile e il maschile, rimangono separati e messi in opposizione, la società non può trovare serenità, equilibrio e non può nemmeno trovare le risposte in merito al senso della vita.

Nel prossimo articolo svilupperemo l’interazione tra i due principi.

Alain Contaret

Rappresentante della Tradizione e Religione essena in Italia

Sacerdote esseno, ierogrammata (scriba esseno) ed insegnante esseno

Esperto Arte del movimento meditativo esseno (Qi Gong e Yoga esseno)

Discepolo del Maestro Olivier Manitara, rappresentante mondiale della Tradizione e Religione essena

 Correzione testo:

Barbara Frattini

Sacerdotessa essena ed Ierogrammata (scriba essena)

Discepola del Maestro esseno Olivier Manitara

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + 10 =

Close