Coppa Italia

Coppa Italia: il Torino è la prima squadra ai quarti. Genoa battuto dopo i calci di rigore

Coppa Italia: il Torino è la prima squadra ai quarti. Genoa battuto dopo i calci di rigore

Nel primo incontro degli ottavi di finale di Coppa Italia tra Torino e Genoa è stato necessario ricorrere ai calci di rigore per stabilire quale delle due squadre avrebbe passato il turno, dopo che i tempi regolamentari ed anche il prolungamento dei supplementari erano finiti in parità sull’1-1.

Dopo la lotteria dal dischetto è prevalsa per 6-4 la squadra granata, che perviene così ai quarti di finale della coppa nazionale per la seconda volta sotto la presidenza di Urbano Cairo; per i grifoni, viceversa, l’ingresso tra le ultime otto squadre della competizione resta un tabù, così come avvenuto consecutivamente negli ultimi 28 anni. La squadra di Mazzarri incontrerà ora la vincente tra Milan e SPAL, in programma nel tardo pomeriggio di mercoledì prossimo.

Il Genoa, nonostante l’ultimo posto in classifica in campionato, da parte sua non sfigura per nulla, disputando anzi una partita arcigna e producendosi in un gran dispendio di energie; e lo sforzo della squadra di Nicola viene infatti premiato all’altezza del quarto d’ora, quando Favilli realizza il vantaggio su assist di Cassata. Il pareggio granata arriva però dopo pochi minuti grazie a De Silvestri, servito da Berenguer al minuto 23.

L’1-1 si protrae fino alla fine dei tempi supplementari, durante i quali si segnala la sostituzione di Zaza a beneficio della giovanissima promessa Millico, applauditissimo dalla curva “Maratona“. I granata però si ritrovano in dieci uomini a partire dal minuto 105, quando Meité viene punito con il secondo cartellino giallo da parte dell’arbitro Sacchi.

Nella sequenza dei tiri dagli undici metri le due squadre risultano impeccabili nelle prime tre esecuzioni; in successione vanno a segno Belotti, Millico e Rincon per il Torino, mentre i liguri tengono il passo grazie a Destro, Favilli e Cassata. Aina sigla il 5-4 per i granata, ma Radovanovic sbaglia il proprio rigore facendosi ipnotizzare da Sirigu. Berenguer, al contrario, serve un irriverente cucchiaio che scavalca Radu e spedisce il Torino ai quarti di finale.

Il programma si completerà la prossima settimana con le restanti sette partite valide per gli ottavi. Martedì andranno in scena Napoli-Perugia, Lazio-Cremonese e Inter-Cagliari; mercoledì si disputeranno invece Fiorentina-Atalanta, Milan-SPAL e Juventus-Udinese. Giovedì sera, infine, Parma-Roma definirà il quadro dei quarti di finale.

Donatella Swift

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Close