Ambiente

Clima. A Davos, Trump e Greta: l’uno contro l’altra

Il presidente americano attacca gli ambientalisti: "Siete profeti di sventura". Greta: "Non è stato fatto nulla"

Il presidente americano, Donald Trump e l’ambientalista svedese, Greta Thunberg, continuano a parlare lingue diverse in tema di emergenza climatica. Lo hanno confermato ieri, nel corso del ‘World Economic Forum’ di Davos.

Trump non ha usato mezzi termini quando ha definito gli ambientalisti, ‘profeti di sventura’, aggiungendo che “Questo non è il tempo del pessimismo, ma dell’ottimismo, della speranza, della gioia e delle azioni”. Dal canto suo, la giovane Greta ha detto che per l’Ambente “non è stato fatto nulla”.

Greta ha ricordato che a causa dei cambiamenti climatici, “”le persone muoiono” e che solo “una frazione di grado centigrado di riscaldamento è importante”. L’ambientalista ha poi puntato il dito contro la stampa: “Non credo di aver mai visto un solo media comunicarlo, so che non volete dirlo” ed ha aggiunto che questo continuerà “a ripeterlo finché voi non lo scriverete”.

Di parere diverso Trump che ha voluto sottolineare l’impegno degli Stati Uniti nel “preservare la maestosità della creazione di Dio, la bellezza naturale del nostro mondo”. L’inquilino della Casa Bianca ha poi annunciato che gli USA “parteciperanno all’iniziativa ‘un miliardo di alberi’ lanciata qui al Wef”.

La Voce

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014
Close