Mondo

Virus cinese, l’OMS: “Rischio globale elevato”

L'Italia è pronta ad affrontare un'eventuale emergenza sanitaria

Secondo quanto affermato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, il rischio dato dalla diffusione del coronavirus cinese è da considerarsi “globale” ed “elevato. L’OMS torna dunque sui suoi passi, quando aveva parlato di rischio “moderato”.

Intanto, il bilancio dei morti si aggiorna tristemente ad 82. A Pechino, il primo caso di decesso: si tratta di un uomo di 50 anni che si era recato a Wuhan lo scorso 8 gennaio per far rientro a Pechino, il 15 gennaio. La diagnosi del contagio era stata formulata il 22 gennaio.

Il presidente americano, Donald Trump, ha twittato: “Siamo in strettissima comunicazione con la Cina sul virus. In Usa sono stati riportati pochissimi casi ma vigiliamo fortemente. Abbiamo offerto alla Cina e al presidente Xi qualsiasi aiuto possa essere necessario. I nostri esperti sono straordinari!”.

Per quanto riguarda l’Italia, la preparazione ad affrontare un’eventuale emergenza è spiegata dal presidente dell’Istituto Superiore della Sanità, Silvio Brusaferro che dichiara: “L’Italia è pronta per affrontare questo tipo di emergenza”. “Il nostro Paese – ricorda Brusaferro – tra i primi ha messo in atto i controlli negli ingressi dalla Cina negli aeroporti e ha adottato altre misure in accordo con le regioni per affrontare eventuali casi che si dovessero manifestare”.”Sia il ministero della Salute che l’Iss hanno attivato delle specifiche pagine nei loro siti web per fornire continuamente informazioni aggiornate a tutti gli interessati; ed è attivo anche un numero verde, 1500, dove esperti sono in grado di indirizzare eventuali dubbi”, ha aggiunto il Numero Uno dell’ISS.

Le parole di Brusaferro sono state corroborate da quelle di Raniero Guerra, Direttore generale aggiunto dell’OMS: “Tra i paesi occidentali, l’Italia è la più fornita e la più attenta”. Guerra ha partecipato ad un vertice della task-force del Ministero della Salute, confrontandosi con il Ministro Roberto Speranza circa le misure adottate nel merito dall’Italia.

Antonio Marino

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantunenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo
Close
Vai alla barra degli strumenti