Speciale Sanremo 2020

SANREMO 2020. Bugo e Morgan squalificati. Leo Gassmann vince tra le Nuove Proposte

Stasera, la quinta ed ultima serata del Festival nella quale sarà proclamato il vincitore di questa edizione numero 70

Stava andando tutto troppo bene in questa settantesima edizione del Festival della Canzone italiana di Sanremo. Troppo per non avere una sgradevole sorpresa. Accade sul finale della serata di ieri: è il momento dell’esibizione di Bugo e Morgan che propongono, ‘Sincero’. Morgan comincia ad intonare la canzone quando si accorge di essere solo sul palco: Bugo se n’è andato. L’esecuzione viene immediatamente sospesa tra l’incredulità e l’imbarazzo dello stesso Morgan, ma anche di Amadeus. Non si capisce cosa sia successo: Morgan e Amadeus si recano dietro le quinte per qualche istante; Fiorello lo sostituisce temporaneamente ma poi, il conduttore fa il suo rientro sul palco del Teatro Ariston da solo, senza avere la minima idea di questo colpo di scena. “Non era preparata”, dice. Fiorello sdrammatizza e rivolgendosi ad Amadeus: “Proclamiamo il vincitore stasera, così ce ne andiamo a casa”. “Uno in meno, meglio così”, aggiunge scherzosamente. Una volta ultimate le esibizioni dei cantanti in gara. Amadeus annuncia: “Bugo e Morgan non rientrano. Si tratta di defezione, quindi da regolamento sono squalificati dal festival di Sanremo”. “Li considero due grandi artisti e la loro è una bellissima canzone, come le altre 23. Spiace che non siano qui a cantare”.

Gira voce che la reazione di Bugo sia stata data dalla decisione di Morgan, non concordata, di cambiare le prime righe del testo, facendole diventare un vero e proprio atto d’accusa nei confronti del collega, invitandolo a ringraziare il cielo per il fatto di trovarsi su quel palco e ad aver rispetto verso chi ce lo ha portato. A ciò si aggiunge una sfuriata dello stesso Morgan verso Bugo, accusato di aver fatto una brutta figura nella serata di giovedì, quella dei duetti, nella quale si erano classificati ultimi. Nelle prossime ore si capirà realmente se i motivi siano stati effettivamente questi o altri.

Per quanto riguarda la gara, quella di ieri è stata la serata dove è stato decretato il vincitore delle Nuove Proposte: si tratta di Leo Gassmann che, con il 52,5% dei voti ha battuto Tecla Insolia. Il Premio della Critica intitolato a Mia Martini per la Sezione Nuove Proposte è stato vinto dagli Eugenio in Via Gioia con il brano, ‘Tsunami’. Per loro, 40 dei 141 voti. 25 voti li ha incassati Leo Gassmann e 18, Tecla Insolia. 128 i voti validi e 3 schede nulle. La Insolia comunque non va via a mani vuote: per lei e la sua ‘8 marzo’, il Premio della Sala Stampa Lucio Dalla – Sezione Nuove Proposte, conferitole in virtù di 33 voti. Seguono gli Eugenio in Via di Gioia con 32 voti e Leo Gassmann con 18.

Il girone dei Big vede Diodato in testa alla classifica generale votata dalla Sala Stampa che decreta: 1) Diodato 2) Francesco Gabbani 3) Pinguini Tattici Nucleari 4) Le Vibrazioni 5) Piero Pelù 6) Tosca 7) Rancore 8) Elodie 9) Achille Lauro 10) Irene Grandi 11) Anastasio 12) Raphael Gualazzi 13) Paolo Jannacci 14) Rita Pavone 15) Levante 16) Marco Masini 17) Junior Cally 18) Elettra Lamborghini 19) Giordana Angi 20) Michele Zarrillo 21) Enrico Nigiotti 22) Riki 23) Alberto Urso. Bugo e Morgan squalificati.

La serata è stata vivacizzata dal ritorno di Fiorello che fa il suo ingresso sul palco con la maschera del Coniglio, presa in prestito dalla trasmissione, ‘Il cantante mascherato’, condotta da Milly Carlucci. “Sono il figlio di Milly Carlucci, mi chiamo Coniglio Carlucci. Siamo una famiglia, siamo i Conigli Tattici Nucleari”, dice Fiorello con il volto coperto dalla maschera. Quando la toglie, Fiorello indossa la parrucca utilizzata mercoledì sera, facendo il verso a Maria De Filippi. Lo showman siciliano ripropone l’imitazione della conduttrice affermando: “Sotto lo smoking ho la tutina di Achille Lauro”. Rivolgendosi poi ad Amadeus: “Sembro Caniggia, oppure uno di Gomorra 3. E’ un festival straordinario. C’è Don Matteo, Il Cantico dei Cantici con Benigni pazzesco ieri sera, poi c’era Cristiano. Insomma c’è del vaticanismo qui”. Solo un accenno alla recente polemica con Tiziano Ferro, accusando scherzosamente Amadeus al quale lancia una sfida: “Se la puntata di stasera (ieri ndr) andrà bene, tocca a te domani (oggi ndr) iniziare con questa parrucca il Festival”. Infine, “con il trucco di Maria, la testa da coniglio in mano e la tutina di Achille Lauro” Fiorello intona ‘Montagne verdi’ ma con la musica di ‘Generale’, successo di Francesco De Gregori.

La pace tra Fiorello e Ferro viene suggellata poco dopo l’esibizione del cantautore di Latina. Fiorello irrompe a sorpresa sul palco. I due si abbracciano e Ferro racconta: “Nel ’96 – spiega Tiziano – alla mia prima gara di karaoke a Latina mi piazzai al terzo posto con ‘Finalmente tu’, un pezzo di Fiorello, e vinsi un’autoradio che oltre alla cassetta aveva il display digitale”. Ed insieme propongono un pezzo di quel brano. Sulla conclusione, quando il testo recita, “Voglio guardare addormentarsi gli occhi tuoi…”, sguardo intenso tra i due ed un bacio sulle labbra da Fiorello a Ferro, visibilmente emozionato e forse, anche un po’ preoccupato dalla reazione del marito, Victor, col quale si scusa mentre Fiorello dice: “Ti posso dire? C’è del bacismo!”. Anche il comico siciliano saluta il marito di Ferro.

Ad affiancare Amadeus nella conduzione della serata, Antonella Clerici che al presentatore dice: “Dopo di te il Festival non sarà più come prima e non potrà finire prima delle tre-quattro di notte”.

Prima ospite della serata, Dua Lipa che interpreta ballando, ‘Don’t start now’, tratto dall’album ‘Future nostalgia’. L’artista di origini albanesi e kosovare, vanta oltre 6 miliardi di streaming su Spotify, più di 4 milioni di copie vendute ed oltre un miliardo di visualizzazioni su YouTube.

Altra co-conduttrice della serata è Francesca Sofia Novello, la fidanzata di Valentino Rossi che era rimasta vittima incolpevole della gaffe di Amadeus durante una conferenza stampa: quella del passo indietro rispetto all’uomo. Amadeus chiude con ironia l’incidente, tracciando con uno spray una linea bianca sul palco e dicendo alla giovane di non indietreggiare mai.

Torna in scena Fiorello con un omaggio a Mike Bongiorno che lo showman rende imitandolo.

E’ quindi il momento di Tony Renis che dirige l’orchestra sulle note di ‘Quando quando quando’, arrangiata in versione swing da Demo Morselli ed eseguita da Fiorello.

La serata diventa occasione anche per salutare Vincenzo Mollica, giunto alla sua ultima edizione del Festival prima della pensione. Per lui, un video con gli auguri di Stefania Sandrelli, Vasco Rossi, Roberto Benigni e l’abbraccio di Fiorello. Ed è Mollica a presentare il rapper Ghali.

Dalla cima della scalinata, con luci soffuse, comincia a scendere una figura maschile identica al rapper, fino al colpo di scena: l’uomo cade, ruzzolando per buona parte dei gradini, sino a giungere sul palco dove rimane sdraiato ed immobile. Naturale pensare ad un tragico incidente occorso al cantante. Fiato sospeso finché, sempre in cima alla scalinata non compare il vero Ghali. Si avvicina all’uomo a terra che si rialza, rivelando essere una controfigura. Ghali propone un medley di suoi successi.

Terza ospite della serata, Gianna Nannini che infiamma l’Ariston con ‘Ragazzo dell’Europa’, ‘Meravigliosa creatura’ e ‘Sei nell’anima’.

Stasera, la quinta ed ultima serata del Festival nella quale sarà proclamato il vincitore di questa edizione numero 70. Sempre in diretta su RAI 1.

Antonio Marino

Foto: Ansa

Tags
Mostra Altro

Antonio Marino

Cinquantunenne ma con lo spirito da eterno ragazzo. Adoro la compagnia degli amici con la 'A' maiuscola, la buona tavola e le buone birre. Appassionato di politica ma quella con la 'P' maiuscola, sposato più che felicemente. Difetti: sono pignolo. Pregi: sono pignolo

Articoli Correlati

Close