Europa League

Europa League: Inter, vittoria per 2-0 in Bulgaria e qualificazione in tasca. Roma, 1-0 in casa sul Gent 

Europa League

Arrivano buone notizie dalle squadre italiane impegnate nei sedicesimi di finale di Europa League. L’Inter va a vincere 2-0 in casa del Ludogorets e di fatto ipoteca l’accesso agli ottavi di finale della competizione; è più sudata invece l’affermazione della Roma, che all'”Olimpico” rosicchia un sofferto 1-0 contro il Gent e fra sette giorni in Belgio dovrà affrontare un match tutt’altro che scontato.

Ludogorets – Inter 0-2: l’Inter è corsara in terra bulgara e conquista una vittoria che arriva negli ultimi venti minuti di gara grazie ad un preziosismo di Eriksen e ad un rigore realizzato da Lukaku nei minuti di recupero. Per la trasferta europea Conte opta per un deciso turnover, schierando in avanti inizialmente Lautaro Martinez e Sanchez e rinunciando così a Lukaku. Tuttavia, per come sembrava mettersi la serata (complice anche una certa leziosità nelle giocate tra i due attaccanti sudamericani) e soprattutto vista la pochezza delle occasioni, nel secondo tempo l’allenatore salentino ha deciso di mandare in campo proprio Lukaku, e mai scelta fu migliore. Anche Moses ha dimostrato un buon piglio; quasi tutte le azioni nella ripresa passano dai suoi piedi, compresa quella che porta al palo colto da Sanchez al 5° del secondo tempo. A sbloccare il risultato al 71° è Eriksen, schierato dal primo minuto, che con un bel diagonale realizza il proprio primo goal con l’Inter; due minuti dopo il danese fa invece vibrare la traversa con una botta da poco oltre il limite. Porta la firma di Lukaku al minuto 94 il raddoppio interista, che arriva su calcio di rigore concesso dall’arbitro Del Cerro per un fallo di mano di Anicet, rilevato dopo l’intervento del VAR.

Roma – Gent 1-0: la Roma passa con il minimo sindacale sul Gent in una partita casalinga che si è dimostrata molto complicata. Il primo tempo disputato dai giallorossi risulta decisamente più positivo, ma nella ripresa la squadra di Fonseca non agisce al meglio nella gestione della palla e concede spazio ed occasioni ai belgi. La rete decisiva è firmata da Carles Perez al 13° minuto del primo tempo, su assist del solito Dzeko; dopo il goal però la Roma manifesta una pesante involuzione di gioco, soprattutto nella ripresa, quando in più occasioni risulta in affanno. Più volte, poi, dà anche l’impressione di poter capitolare da un momento all’altro, con Depoitre sugli scudi a costituire un’autentica spina nel fianco della difesa romanista. È bravo Smalling al minuto 51 a tentare la via del goal, ma è splendida la risposta del portiere Kaminski; soltanto nel finale la Roma riesce a ricomporsi e colpisce un palo con Cristante (risultato poi in fuorigioco), mentre un colpo di testa di Kolarov viene deviato in modo risolutivo da Kaminski. L’1-0 giallorosso regge così fino al triplice fischio, ma il ritorno in Belgio non si prospetta di certo come una passeggiata di salute.

Donatella Swift

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Close