Cronaca

CORONAVIRUS IN ITALIA. C’E’ IL TERZO MORTO A CREMA. – TEMPO REALE

Gallera: "Pub e discoteche chiusi dopo le ore 18" - GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

Milano, 23 febbraio – Si registra la terza vittima del coronavirus. A perdere la vita, una donna deceduta a Crema e già malata di tumore. Lo ha comunicato l’Assessore regionale al Welfare per la Lombardia, Giulio Gallera. L’Assessore ha spiegato quelle che sono le misure adottate dalla Regione per contenere il diffondersi del coronavirus. “Abbiamo disposto dopo le 18 di chiudere i luoghi di intrattenimento: pub e discoteche, non i ristoranti perché c’è una evidente distanza tra una persona e l’altra”.

Sono oltre 130 i contagi in cinque regioni. “89 sono in Lombardia e 24 in Veneto”, ha affermato il Capo della Protezione civile Angelo Borrelli. Tra questi, 25 sono ricoverati in terapia intensiva. A questi, si aggiungono 4 casi in provincia di Bergamo. Ad Alzano Lombardo è stata disposta la chiusura del Pronto soccorso. Qui infatti, sono stati accertati due dei quattro casi che riguardano un infermiere ed un paziente. Il presidio sanitario è in isolamento mentre di suppone di chiudere l’intero ospedale. Gli altri due casi si sono verificate a Seriate e a Bergamo.

Proseguono intanto i test su chi ha avuto contatti con i contagiati. Scuole chiuse in tutta la Lombardia per una settimana e sospesi tutti gli eventi pubblici. Il Governatore lombardo, Fontana ha comunicato: “la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico”. Chiusi anche i musei ed i luoghi di cultura. Stop anche al Carnevale di Venezia.

AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

ORE 10.00 – “Anche a livello prudenziale penso che le scuole vadano chiuse a Milano e proporrò al presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, di allargare l’intervento a livello di Citta’ metropolitana”. Lo ha dichiarato il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a margine del tavolo tenutosi in Prefettura. “E’ un intervento prudenziale – ha detto ancora Sala -. Ad oggi vediamo di farlo per una settimana e ritengo che sarà sufficiente”.

In Veneto sono saliti a 25 (includendo l’uomo deceduto) i casi di persone contagiate. Ci sono anche due anziani a Venezia, attualmente ricoverati nell’ospedale cittadino. Ne ha dato notizia il Governatore Luca Zaia. Soltanto a Vo’ Euganeo ci sono in totale 19 contagi.

In provincia di Pavia si registra un terzo caso di contagio. Lo ha dichiarato il sindaco di Santa Cristina e Bissone Elia Grossi. “Il paziente è ricoverato da sabato nel reparto Infettivi del San matteo di Pavia e le sue condizioni cliniche sono buone. La notizia positiva è che la figlia, che vive a suo stretto contatto, è invece risultata negativa”. Il caso si aggiunge ai due di ieri, a Pieve Porto Morone dove sono risultati contagiati due medici, attualmente ricoverati al San Matteo di Pavia

“I numeri della notte porta a 89 infettati” in Lombardia: ad affermarlo, il presidente della Regione, Attilio Fontana a SkyTg24 e quindi su base nazionale “purtroppo” si “superano sicuramente i cento”.

Attualmente, a livello nazionale, i contagi hanno superato la quota di 100 casi: 90 in Lombardia, 17 in Veneto, 2 in Emilia Romagna, 2 nel Lazio (la coppia di turisti cinesi ricoverata allo Spallanzani) ed una in Piemonte. Uccise dal virus due persone: una in Veneto e un’altra in Lombardia. Stanno proseguendo i test su chi ha avuto contatti con i contagiati. Il Nord è “blindato”: nelle aree focolaio del virus è fatto divieto di entrare ed uscire. Stop anche allo sport.

La Voce

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014
Close