Cronaca

CORONAVIRUS. IL PUNTO DELLA GIORNATA

Tornano ad aumentare i contagi in Italia. Un altro medico muore a Torino. Il G20 stanzia 5 miliardi di euro per far fronte all'emergenza. In Europa, oltre 15.000 morti

Roma, 26 marzo – Non è stata sicuramente una bella giornata quella vissuta dall’Italia nell’emergenza coronavirus. I contagi purtroppo, dopo 4 giorni di calo, sono tornati a crescere sensibilmente. Complessivamente, sono 62.013 i malati con un incremento di 4.492 rispetto a ieri, quando l’aumento era stato di 3.491 casi. Attualmente, il numero dei contagiati, includendo morti e guariti, è di 80.539. A proposito di vittime, queste ammontano complessivamente a 8.165 con un incremento di 662 rispetto a mercoledì.

Tra le notizie maggiormente rilevanti del pomeriggio, si registra purtroppo il decesso a Torino di un altro medico per coronavirus. Il professionista, pur essendo in pensione, lavorava in una casa di riposo. Ne ha dato notizia la Federazione dei Medici di Famiglia del Piemonte.

Sul fronte del sostegno finanziario a livello mondiale, è di 5 miliardi di dollari la somma che il G20 stanzierà allo scopo di contenere l’impatto “sociale, economico e finanziario” causato dal COVID-19. Lo riferisce lo stesso G20 in una Nota diffusa dopo un vertice tenutosi in videoconferenza.

Sempre parlando del coronavirus all’estero e precisamente negli Stati Uniti, spiccano le parole del Sindaco di New York, Bill de Blasio, secondo il quale la metà dei cittadini della Grande Mela, circa 4 milioni di persone, contrarrà il COVID-19. E’ plausibile – ha affermato De Blasio – ed è molto preoccupante, ma dobbiamo iniziare a dire la verità”. L’Assessore alla Sanità della metropoli, Oxiris Barbot, ritiene che un rallentamento dell’epidemia lo si avrà nel mese di settembre.

Tornando a parlare di Italia, il Ministero dell’Interno ha fatto sapere che le limitazioni degli spostamenti hanno influito positivamente sui crimini. Dal 1 al 22 marzo si è verificato un significativo calo degli eventi delittuosi su tutto il territorio nazionale: -64% e più precisamente, in termini di confronto, 52.596 delitti nel 2020 contro i 146.762 del 2019.

Infine, nel tardo pomeriggio, è giunto l’aggiornamento delle vittime da coronavirus in Europa, a cura di France Presse. Attualmente i decessi hanno superato la soglia dei 15.000.

La Voce

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Close