Cronaca

CORONAVIRUS. CONTAGI A ZERO IN LOMBARDIA IL 22 APRILE

E' quanto afferma uno studio realizzato dall'Einaudi Institute for Economics and Finance. L'Italia dovrebbe uscire dall'emergenza tra il 5 ed il 16 maggio. Picco previsto per la settimana prossima

Da quando ha avuto inizio l’emergenza coronavirus in Italia, una delle domande più frequenti che si sono posti e continuano a porsi i cittadini, è: “Quando finirà?”. Una domanda alla quale ha provato a rispondere l’Einaudi Institute for Economics and Finance.

Lo studio condotto sulla base della rielaborazione dei dati dati disponibili, ha reso possibili quelle che adesso sono le uniche previsioni attendibili circa il termine dell’emergenza: fosse solo per il fatto che si basano su calcoli matematici.

L’Istituto ha suddiviso lo studio per regione. La Lombardia, terra particolarmente colpita dall’epidemia di COVID-19, dovrebbe veder azzerare i contagi a partire dal prossimo 22 aprile. L’interezza del territorio nazionale invece, dovrebbe vedere la fine dell’incubo tra il 5 ed il 16 maggio. Per quanto riguarda il picco, questo dovrebbe aver luogo la settimana prossima.

In buona sostanza, tra la seconda e la terza settimana di maggio, si potrebbe annunciare la fine dei nuovi contagi. In base ai dati disponibili, la Regione che per ultima dovrebbe poter registrare l’azzeramento dei contagi, è la Toscana, il prossimo 5 maggio.

Come riferito da ‘Il Corriere della Sera’, l’Einaudi Institute for Economics and Finance si è rifatto ai dati forniti ogni giorno dalla Protezione Civile. Va detto comunque che è stato possibile valutare un asse temporale che va dal 5 al 16 maggio, data questa, considerata “di assestamento”. Si è tenuto conto dei cosiddetti valori mediani, ovvero quelli posti al centro tra le probabilità migliori e quelle peggiori. Naturalmente va tenuta in considerazione anche l’eventualità del verificarsi di valori estremi quanto eccezionali.

coronavirus zero contagi azzeramento grafico regione regioni dataEntrando nel dettaglio, così come la Toscana dovrebbe essere l’ultima regione ad uscire dall’emergenza, la prima potrebbe essere il Trentino-Alto Adige la cui data di “coronavirus-exit” sarebbe quella del 6 aprile. Il giorno dopo toccherebbe a Basilicata, Liguria ed Umbria. Il momento del Veneto dovrebbe arrivare il 14 aprile mentre quello dell’Emilia-Romagna, il 28 dello stesso mese.

Si nota l’assenza dall’elenco di tre regioni: Marche, Molise e Sardegna. Questo perché, come affermano gli studiosi, “i dati disponibili non sono al momento ritenuti sufficienti” e questo impedisce il formulare una previsione che abbia i parametri dell’attendibilità.

La Voce

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014
Close