Cronaca

CORONAVIRUS IN ITALIA. Borrelli: “In calo i ricoveri in Terapia Intensiva”

Il Comitato Tecnico Scientifico: "Non abbassare il livello di allarme"

Roma, 6 aprile – Il Capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha comunicato i dati delle ultime 24 ore, relativi all’epidemia di coronavirus in Italia.

I malati in Terapia Intensiva stanno diminuendo. Attualmente sono 3.898 con un decremento di 79 casi rispetto a ieri. 1.343 di questi si trovano in Lombardia. Il numero complessivo dei malati è di 93.187. Di questi, 28.976 sono quelli ricoverati con sintomi: un decremento di 27 casi rispetto a domenica. Sono invece 60.313 quelli in isolamento domiciliare.

Il numero complessivo delle vittime è di 16.523 con un incremento di 636 casi rispetto a ieri, quando l’aumento era stato di 525 decessi.

Borrelli parlando dei sanitari morti a seguito del coronavirus, ha dichiarato: “Ho firmato un’ordinanza di Protezione Civile che istituisce un Fondo per provvidenze destinate ai familiari dei sanitari deceduti, alimentato dalla famiglia Della Valle; ringrazio Diego Della Valle che ha promosso la raccolta per chi e’ rimasto orfano o ha perso un familiare a causa dell’emergenza”.

In conferenza stampa è intervenuto anche Luca Richeldi, pneumologo del Policlinico Gemelli e membro del Comitato Tecnico Scientifico.”I dati confermano sostanzialmente il trend confortante che vediamo da qualche giorno, per efficace misure di contenimento – ha affermato Richeldi -. Dal 30 marzo al 6 aprile -90% ricoverati, da 409 a 27. Per le terapie intensive il saldo era positivo, +75, il 30 marzo, oggi è di -79, che sono stati dimessi. Il trend è meno forte sui decessi, purtroppo ancora al 50% in Lombardia, ma su base settimanale la diminuzione è oltre il 20% anche per i decessi”.

“I dati che vediamo sono meno allarmanti e l’andamento che vediamo ci deve essere di conforto, ma non ci deve far ridurre il livello di allarme”, ha detto ancora Richeldi, ricordando i 2.000 malati ed i 600 morti in più registrati oggi e rispondendo alla domanda su quando potrebbero essere allentate le misure di contenimento. “I risultati delle misure di contenimento e dei nostri sforzi sono sotto gli occhi di tutti. Le decisioni dopo il 13 aprile saranno a livello politico”, ha detto ancora l’esperto.

La Voce

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Close