Cronaca

CORONAVIRUS. IL PUNTO DI META’ GIORNATA

Mattarella: "Siamo grati a medici e infermieri, molti di loro hanno pagato con la vita". Arcuri: "Non siamo a pochi passi dall'uscita dell'emergenza". Morti altri cinque medici

Roma, 7 aprile – In occasione della Giornata Mondiale della Salute, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha rivolto un messaggio al personale sanitario impegnato nella lotta al coronavirus. “Il nostro pensiero grato va agli infermieri in prima linea, e con loro a tutti i medici, agli assistenti, ai ricercatori. Li abbiamo visti lavorare fino allo stremo delle forze per salvare vite umane e molti di loro hanno pagato con la vita”.

Purtroppo si aggiorna ulteriormente la lista dei medici morti a seguito del COVID-19. A perdere la vita altri cinque professionisti: si tratta di Giancarlo Orlandini, Luigi Ravasio, Antonio Pouchè, Lorenzo Vella e Mario Ronchi. La notizia è stata confermata dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici. Con i decessi di oggi, il bilancio vuole 94 “camici bianchi” morti dall’inizio dell’emergenza.

Il Commissario straordinario per l’emergenza, Domenico Arcuri, ha fatto il punto della situazione attuale. “Il numero di uomini e donne che perderanno la vita per il virus continuerà a crescere – ha affermato Arcuri -. Nei prossimi giorni in vista della Pasqua, non dimenticate mai che si è portato via già 16.523 vite umane. Torno a supplicarvi, nelle prossime ore non cancellate mai questo numero dalla memoria. Attenti a illusioni ottiche, pericolosi miraggi, non siamo a pochi passi dall’uscita dell’emergenza, da un’ipotetica ora X che ci riporterà alla situazione di prima, nessun liberi tutti per ritornare alle vecchie abitudini”.

La Voce

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Close