Cronaca

CORONAVIRUS IN ITALIA. Nuovi contagi in calo

Rezza (ISS): "Rimaniamo cauti, però la situazione sembra migliorare"

Roma, 7 aprile – Il Capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha comunicato i dati delle ultime 24 ore relativi all’epidemia di coronavirus in Italia.

I nuovi casi di contagio nel Paese appaiono essere in calo. Oggi se ne registrano 3.039 contro i 3.599 di ieri. Borrelli ha inoltre detto che “cala il numero dei morti, 604 contro 636 e scende il numero dei ricoveri in terapia intensiva, 106 in meno (3.792 in tutto) come anche quello dei ricoverati con sintomi, 258 in meno. In totale oggi in ospedale ci sono 28.718 persone”.

Gianni Rezza, direttore del Dipartimento di Malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, anch’egli presente in conferenza stampa, ha affermato: “Sembra che si inizi a vedere una discesa di nuovi casi. Dopo la fase di plateau sembra esserci una discesa dei nuovi casi, la curva sembra flettere in basso”. “Rimaniamo cauti, però la situazione sembra migliorare”, ha detto ancora Rezza.

“C’è una sottostima intrinseca, non solo in Italia ma in tutti i Paesi, del numero dei casi e degli asintomatici, tanto è vero che diciamo che per ogni caso probabilmente che viene riportato dal sistema di sorveglianza ci sono magari 10 persone infette”. Ha detto ancora Rezza. “La sottostima della mortalità è una cattiva notizia, quella degli infetti è buona perché vuol dire che ci sono molte più persone infette che hanno superato la malattia. Non è il problema maggiore la sottostima dei casi, importante è individuare i focolai e arginare il contagio”, ha aggiunto.

La Voce

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Close