Voce alla birra

VOCE ALLA BIRRA. Tipologie birrarie: la Historical Beer (London Brown Ale)

Una light apprezzata dai nostri avi che non amavano le gradazioni alte

Care amiche e cari amici de La Voce, benritrovati nella bellissima Gran Bretagna. Dopo aver cominciato ad esplorare le birre prodotte su quest’isola, ce ne guardiamo bene dal lasciarla quando ci sono ancora molte specialità da degustare.

La birra della quale andiamo a parlare questa settimana, ha un nome imponente che sa di tempi passati; una light apprezzata dai nostri avi che non amavano le gradazioni alte, ma davano priorità ai sensi dell’olfatto e del gusto: la Historical Beer (London Brown Ale)

HISTORICAL BEER (LONDON BROWN ALE)

Fermentazione: alta
Classificazione legale: light
Classificazione commerciale: specialità
Storia: 20° Secolo – Prodotta da Mann nel 1902 e confezionata in bottiglie, ha conosciuto il massimo della sua popolarità fino alla Prima Guerra Mondiale: in quel periodo era più alcolica (5° C). Il suo declino è iniziato nella metà del ‘900 ed oggi è quasi estinta.
Ingredienti: Acqua con carbonati; malti chiari, caramello, choccolat, luppolo inglese, post fermentazione lattosio o saccarosio (se pastorizzato).
Note: la birra più dolce in bottiglia a Londra. Mann ha una quota pari al 90% ma in un mercato di nicchia. Nei pub viene usata anche come mixer con birre amare.
Aspetto: scuro, quasi nero. Poca schiuma.
Area olfattiva prevalente: maltato dolce, fruttato alla prugna e floreale.
Area gustativa prevalente: caramellata con note di biscotto e caffè. Chiusura dolce e liscia.
Grado alcolico: da 2,8 a 3,6
Temperatura di servizio: 5-7° C

A presto e… Salute!

Beer Story Tell

Tags
Mostra Altro

Beer Story Tell

Una bevanda dalla storia millenaria, narrata con passione attraverso la descrizione delle innumerevoli tipologie, produzioni ed abbinamenti gastronomici. In più, qualche chicca di attualità di questo affascinante mondo.

Articoli Correlati

Close