Voce alla birra

VOCE ALLA BIRRA. Tipologie birrarie: la English Strong Ale

Carattere di malto ricco di nocciola, note di mou e cioccolato

Care amiche e cari amici de La Voce, eccoci ancora tra i pub di Sua Maestà Britannica, alla ricerca di specialità birrarie locali. Questa settimana ho scelto per voi un nettare che abbraccia una platea piuttosto ampia di intenditori, soprattutto coloro i quali apprezzano le gradazioni alcoliche più decise.

Ecco a voi dunque, la English Strong Ale: una birra veramente notevole.

ENGLISH STRONG ALE

Fermentazione: alta
Classificazione legale: da speciale a doppio malto
Classificazione commerciale: specialità
Storia: 19° Secolo – le Strong Ale raggruppano una serie di categorie di produzione limitata. Storicamente erano imbottigliate per essere invecchiate. Alcune di loro ricordano vecchi stili tipo le Burton, anche se in passato non era possibile produrre birre così forti.
Ingredienti: acqua con carbonati; malto chiaro, caramello torrefatto, mais, fiocchi di frumento, luppoli inglesi: northdown, target, goldings, fuggles. Lievito alta.
Note: forza e carattere si distinguono, anche se possiamo spaziare tra i gusti delle Porter, Borwn Ale e Barley Wine.
Aspetto: dall’oro intenso al rossastro scuro. Schiuma leggermente cremosa.
Area olfattiva prevalente: maltato dolce con esteri fruttati, sensazioni di frutta secca e floreale.
Area gustativa prevalente: carattere di malto ricco di nocciola, note di mou e cioccolato. L’equilibrio tende al malto. Chiusura secca.
Grado alcolico: da 5,5 a 8
Temperatura di servizio: 10-14° C

Abbandoniamoci dunque al piacere di una English Strong Ale in attesa della prossima birra.

A presto e… Salute!

Beer Story Tell

Tags
Mostra Altro

Beer Story Tell

Una bevanda dalla storia millenaria, narrata con passione attraverso la descrizione delle innumerevoli tipologie, produzioni ed abbinamenti gastronomici. In più, qualche chicca di attualità di questo affascinante mondo.

Articoli Correlati

Close